Bufera sull’assessore Grauso, l’interminabile difesa della giunta comunale

Bufera sull’assessore Grauso, l’interminabile difesa della giunta comunale

“Unico obiettivo quello di infangare il nostro operato e minare la nostra azione di governo”


GIUGLIANO – Dalla lettura di un recentissimo servizio apparso sui siti web , ho avuto modo di apprendere di uno strumentale attacco, da parte di alcuni esponenti delle numerose e piuttosto variegate Minoranze presenti in Consiglio comunale, al lavoro svolto dall’attuale Amministrazione comunale di Giugliano e, in particolare, dalla sua Giunta. L’attacco è, con tutta evidenza, volto a mascherare i recenti insuccessi che hanno connotato le azioni intraprese, nei confronti non solo del Sindaco e dell’Amministrazione, ma addirittura anche contro uno dei partiti della Minoranza, da alcuni dei partiti che costituiscono la Minoranza stessa.

L’attacco è, evidentemente, anche volto ad infangare l’Azione Amministrativa chela Maggioranza, e la Giunta che essa esprime, sta alacremente e concretamente ponendo in essere, sin dal momento del suo insediamento. In particolare, le azioni sin qui poste in essere dalla Giunta, lungi dall’assumere i toni propagandistici e trionfalistici che, evidentemente, appaiono costituire l’esclusivo interesse delle Minoranze, sono connotate da un approfondito, costante e sin qui oscuro lavoro, sia da parte dei singoli Assessori che da parte dell’intera Giunta, i cui risultati saranno, già dal prossimo futuro, assolutamente visibili e palpabili, e forieri di un concreto miglioramento della qualità della vita dei nostri concittadini.

Si parla non solo di nuove e importantissime infrastrutture a rete, che questa Amministrazione, attraverso la sua Giunta, ha concepito e sta concependo per rispondere all’atavica mancanza di idee e di programmazione che ha caratterizzato l’azione delle precedenti Amministrazioni comunali (collettori fognari comunali e intercomunali; nuova rete idrica a servizio della zona industriale e della fascia costiera; interventi di sistemazione idraulica – con la creazione di nuovi e capienti alvei in grado di accogliere le portate di origine meteorica che saranno raccolte dai nuovi collettori fognari già programnati, e per i quali si sono già richiesti specifici e cospicui finanziamenti; interventi di manutenzione straordinaria e di re-inalveazione dei più importanti tra i numerosi fossi e canali preesistenti nel territorio comunale; nuovo Piano dei Trasporti; realuzzazione di nuove e importante infrastrutture stradali a servizio di alcune aree del territorio comunale oggi poco servite o caratterizzate da intenso traffico; interventi di messa in sicurezza delle numerose scuole di proprietà comunale – tutti già approvati in Giunta) ma anche di attività volte al recupero e alla valorizzazione dei beni confiscati alla Camorra, in relazione ai quali, di concerto con l’Assessore Grauso, istituzionalmente delegato dal Sindaco a tali compiti, e su sua richiesta e compulsazione, si è avviata un’azione di recupero di tali beni, nell’ottica di ristrutturarli, grazie a specifici finanzianenti pubblico, e renderli disponibili per la realizzazione sia di una futura nuova sede dell’ASL Napoli 2, sia di una futura nuova sede universitaria – dotata di laboratori per studi e analisi per la protezione dell’ ambiente e di una sala convegni, sia per la reealizzazione di almeno una ventina di alloggi per l’housing sociale.

Tali azioni, unitamente all’avvio delle attività che la Polizia municipale, di concerto col personale del Settore Urbanistica, sta attualmente cominciando a sviluppare in relazione al censimento delle numerose serre realizzate, su vaste aree del territorio comunale, o senza i necessari permessi, oppure senza le adeguate opere di raccolta e di canalizzazione delle acque di origine meteorica (che, qualora non opportunamente incanalate, vanno ad aggravare la già gravosa situazione degli allagamenti), ed ai sopralluoghi che, di concerto sia con l’Assessore alla Polizia municipale Grauso che alla Pubblica Istruzione Marino, sono stati effettuati già su un terzo circa delle scuole di proprietà comunale (con le rimanenti visite già organizzate nelle due prossime settimane) onde individuare, programmare e organizzare gli interventi per la messa in sicurezza, rispetto al traffico veicolare e pedonale e veicolare, delle zone antistanti le stesse scuole, dimostrano, senza tema di smentite, la numerosità ma, nel contempo, la concretezza dell’azione che questa Amministrazione, attraverso i suoi Assessori e, segnatamente, l’Assessore Grauso, sta sviluppando per un efficace controllo del vastissimo territorio comunale.

E, ciò, senza contare il ridottissimo numero di componenti del Corpo di Polizia municipale. A tale ultimo proposito, basti soffermarsi sui seguenti dati: nentre il Corpo dei Vigili Urbani di Giugliano è costituito da sole 52 unità, suddivise su due turni giornalieri, a fronte di un territorio dell’estensione di 94.62 kmq – cui corrisponde una densità spaziale pari a 0.55 vigili urbani ogni Kmq – e di un numero di abitanti ufficialnente pari a poco più di 121.200 persone, – cui corrisponde una densità di 0.43 vigili urbani ogni 1000 abitanti – il numero di Vigili urbani di Napoli è pari a 1761 unità, che devono controllare un territorio comunale dell”estensione di “appena” 117.37 Kmq – con densità spaziale pari a 15 vigili ogni Kmq di territorio – e un numero di abitanti di “appena” 1.020.000 – con una corrispondente densità pari a 1.73 vigili urbani ogni 1000 abitanti. Pertanto, a seconda dell”indice preso a riferimento per un orimo confronto (nunero di vigili per Kmq di territorio comunale, oppure numero di vigili per ogni 1000 residenti), il numero di vigili urbani in servizio a Napoli risulta dalle 4 alle 27 volte più numeroso di quello in servizio a Giugliano.

E, sinceramente, non e’ mai apparso funzionare meglio di quello di Giugliano, indipendentemente dalle Amministrazioni che si sono succedute. Parimenti, appare solo dietrologia, se non addirittura scarsa conoscenza delle problematiche che, quotidianamente, assillano il territorio comunale, o, peggio ancora, mala fede, rimarcare l’atavica assenza di vigili urbani fuori le scuole che operano nel territirio comunale. Basti solo pensare, a quest’ultimo proposito, alla circostanza per la quale, suddividendo i 52 Vigili in servizio du 2 turni, possono aversi in servizio in ogni turno, contemporaneamente, soli 26 vigili.

Poiché, per motivi di sicurezza, essi, quando sono di pattuglia, possono spostarsi solo in numero non inferiore a 2 per volta, anche volendo rinunciare al presidio della sede del Comando e alla presenza, nella sede del Comando di Poluzia Municipale, di almeno 3-4 unità in grado di raccogliere le chiamate telefoniche e le segnalazioni “de visu” da parte dei cittadini, il numero di pattuglie contemporaneamente presenti in strada, per ogni turno, non potrà mai essere, nelle conduzioni atruali, superiore a 10-11. A fronte di tale ridottissimo numero di pattuglie a disposizione per gli eventuali controlli da effettuare fuori le singole scuole per garantire la sicurezza dei pedoni (e, in particolare, degli studenti, dei loro genitori e dei docenti), il numero di scuole da monitorare è almeno 5 volte piu grande!! Basti pensare, a tale proposito, che i soli edifici di proprietà comunale sono ben 22, e tra di essi non sono ricomprese né le scuole private di ogni ordine e grado né, tantomeno, gran parte delle scuole superiori!! Proprio per questo motivo, questa Amministrazione comunale, non appena insediatasi, resasi prontamente conto del problema grazie agli Assessori Grauso e Marino, si è immediatamente adoperata a richiedere, con uno specifico Avviso pubblico emanato dall’Assessorato alle Politiche Sociali coordinato dallAssessote Mauriello, la collaborazione di un elevato numero di “Nonni civici” che, in qualche modo, potessero sopperire al ridotto numero di vigili dispiegabili in prossimità delle scuole, contribuendo a migliorare, per quanto possibile, le condizioni di sucurezza delle zone antistanti alcuni degli edifici scolastici più a ruschio dal punto di vista della sicurezza della circolazione pedonale.

Costituisce pertanto un falso, proditoriamente messo in campo dalle Minoranze,, la tesi secondo la quale questa Amministrazione non stia dispiegando in modo articolato, ma nel contempo efficace, la sua azione di pianificazione e di governo del territotlrio comunale. Parimebti, costituisce un colossale falso la tesi per cui quesra Giunta comunale, nei suoi specifici Componenti, non stia alacremente ed efficacemente lavorando per il Bene comune e per il miglioramento delle condizioni di vita dei nostri concittadini. Infine, in considerazione dell’operato, della professionalità e del profondo senso delle Istituzioni quotidianamente dispiegate dall’Assessore Grauso nel compimento della sua azione amministtativa, è da ritenersi che le dimissioni dell’Assessore Grauso “pretese” dagli esponenti della Minoranza siano non solo del tutto destituite da logica e fondamento, ma anche del tutto pretestuose e finalizzate, esclusivente, a minare, senza alcuna possibilità di successo, la sicurezza con cui questa Amministrazione sta programmando e sviluppando la propria azione di governo del territorio comunale di Giugliano.

Comunicato Stampa