Camorra nell’area nord, retata contro il clan Lo Russo: 18 arresti

Camorra nell’area nord, retata contro il clan Lo Russo: 18 arresti

Smantellata l’attività del clan dedito allo smercio di stupefacenti ed al traffico internazionale di sigarette e carburante. Oltre ai carabinieri, in campo anche la Guardia di Finanza per un maxi-sequestro di beni


HINTERLAND – Ennesima retata stamattina con i clan della camorra di Napoli Nord. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli stanno eseguendo un’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal GIP di Napoli a carico di 18 persone ritenute affiliate al clan camorristico dei “Lo Russo”, operante per il controllo degli affari illeciti nei quartieri Nord del capoluogo campano.

Gli arrestati sono ritenuti a vario titolo responsabili di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti nonché di associazione finalizzata al traffico di tabacchi lavorati esteri e associazione finalizzata al contrabbando di carburante.

Nel corso di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea i militari dell’Arma hanno documentato l’operatività del clan, dedito prevalentemente allo smercio di consistenti quantitativi di stupefacenti e individuato i responsabili di un consistente traffico internazionale di tabacchi lavorati esteri e di carburante.

Contestualmente agli arresti i militari del GICO della Guardia di Finanza di Napoli stanno eseguendo un decreto di sequestro preventivo di beni mobili e immobili per un valore complessivo di circa 15 milioni di euro.