Concorsi, bando per dieci figure da inserire nell’Avvocatura dello Stato

Concorsi, bando per dieci figure da inserire nell’Avvocatura dello Stato

Le domande di partecipazione potranno essere trasmesse entro il 12 marzo. Previste 4 prove scritte e 2 orali. Ecco tutti i requisiti


Un nuovo bando di concorso per avvocati è stato indetto e pubblicato in Gazzetta Ufficiale per selezionare dieci figure da inserire nell’Avvocatura dello Stato entro il 2016.

Possono proporre le proprie candidature: procuratori dello Stato che hanno almeno 2 anni di servizio effettivo; magistrati ordinari nominati dopo concorso per esame, che abbiano superato 18 mesi di tirocinio ottenendo una valutazione di idoneità positiva; magistrati della giustizia militare con la qualifica equiparata a quella di magistrato ordinario di cui alla categoria precedente; magistrati amministrativi; avvocati iscritti all’albo con un’anzianità di iscrizione che non sia inferiore a 6 anni; dipendenti dello Stato che appartengono ai ruoli delle ex carriere direttive, aventi almeno 5 anni di effettivo servizio, e che risultino aver superato l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di avvocato; professori universitari di materie giuridiche di ruolo o stabilizzati e assistenti universitari (sempre di materie giuridiche) che appartengono al ruolo ad esaurimento, e che abbiano superato gli esami di abilitazione all’esercizio della professione di avvocato; dipendenti di ruolo di Regioni, enti locali ed enti pubblici a carattere nazionale, che sono stati assunti con concorsi pubblici e che abbiano almeno 5 anni di effettivo servizio nella carriera direttiva o professionale legale, oltre ad aver superato l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di avvocato.

Come riportato dal portale leggioggi.it è stato ufficializzato l’iter concorsuale che consterà di 4 prove scritte e 2 orali: per le prime  i partecipanti avranno a disposizione 8 ore di tempo dal momento in cui avverrà la dettatura del tema e consteranno nella stesura di un atto defensionale di diritto e procedura civile; lo svolgimento di un tema a carattere teorico in diritto civile riferito al diritto romano; la stesura di un atto defensionale oppure svolgimento di un tema a carattere teorico, a giudizio della commissione esaminatrice, riferito o al diritto amministrativo o a quello tributario; l a stesura di un atto defensionale o viceversa svolgimento di un tema a carattere teorico, a giudizio della commissione esaminatrice, su diritto e procedura penale.

Le prove orali invece riguarderanno un esame su materie quali: diritto civile, procedura civile, diritto del lavoro, legislazione sociale, diritto regionale, diritto delle Comunità europee, diritto penale, procedura penale, diritto costituzionale, diritto ecclesiastico, diritto amministrativo, diritto tributario, contabilità di Stato, diritto internazionale pubblico e privato e diritto romano e la  difesa orale concernente una contestazione giudiziale il cui tema deve essere ricevuto dal candidato almeno 24 ore prima. Luogo, giorni e ora in cui verranno effettuate le prove scritte verranno comunicati con specifico avviso, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 29 marzo 2016, Concorsi ed Esami, 4ª Serie Speciale.

La domanda di partecipazione al concorso potrà essere trasmessa  entro la data del 12 marzo 2016 esclusivamente per via telematica previa registrazione nella sezione concorsi sul sito dell’Avvocatura dello Stato.