Family Day, a Giugliano conferenza stampa a sostegno dell’iniziativa

Family Day, a Giugliano conferenza stampa a sostegno dell’iniziativa

Appuntamento mercoledì con centro Fiamma e comitato Difendiamo i nostri figli. Arzillo: “Assimilare la famiglia gay a quella tradizionale è di una brutalità inaudita”


GIUGLIANO – Mercoledì 27 gennaio in Piazza Municipio dalle ore 12 si svolgerà una conferenza stampa per promuovere la manifestazione nazionale per la Famiglia del 30 gennaio prossimo.

Dall’area Nord di Napoli partiranno dei pullman per raggiungere il Circo Massimo di Roma, a tal proposito per raccordare e organizzare le varie iniziative nate sul territorio, si svolgerà un incontro con conferenza stampa dove sarà presente il Portavoce del “Comitato Difendiamo i nostri Figli” di Napoli e Provincia e dirigente nazionale dei Circoli la Croce, Gigi Mercogliano, che dichiara “Stiamo lavorando tantissimo  – spiega Mercogliano – per la buona riuscita della grande manifestazione di Popolo del Family Day 2016 prevista a Roma al Circo Massimo il prossimo 30 gennaio, perché riteniamo che la spinta della piazza, forte del consenso della CEI incassato di recente, possa essere decisiva per bloccare il Ddl Cirinnà ed impedire che in questo paese sia così resa legale l’orrenda pratica dell’utero in affitto che renderebbe tutte le donne italiane in stato di bisogno schiave della propria condizione e per questo esposte alla possibilità di mercificare il proprio corpo per poter sopravvivere.”

La conferenza è promossa dal Presidente Regionale e dirigente nazionale del Centro Nazionale sportivo Fiamma, ente di promozione sociale, Arzillo Antonio e dal dirigente di Fratelli d’Italia Emanuele Bifaro e parteciperanno i presidenti delle associazioni locali che hanno aderito alla manifestazione.

“Il tentativo – dichiara Arzillo del centro fiamma – di approvare una legge che assimila il matrimonio e la famiglia gay a quella tradizionale è di una brutalità inaudita, pensare di far passare il principio che il capriccio di una minoranza- anche tra la comunità gay – può ledere i diritti dei bambini che per natura sociale, culturale e psicologica necessitano delle due figure genitoriali” continua l’esponente della Destra locale “per mia dimensione culturale ho partecipato in passato alle manifestazioni Parigine del 2013, con la stessa passione oggi promuoverò iniziative per difendere la famiglia tradizionale in Italia, a tal proposito domenica abbiamo deliberato l’adesione dell’associazione nazionale alla manifestazione di sabato”.

COMUNICATO STAMPA