Mercato aperto ufficialmente il 4 Gennaio, ma già in fermento

Mercato aperto ufficialmente il 4 Gennaio, ma già in fermento

Diversi sono i nomi accostati al Napoli, sia in entrata che in uscita

@Saverio Nappo

“Cercheremo di fare un mercato al top, perché nel Napoli possono giocare solo i campioni”. Queste le parole del presidente Aurelio De Laurentiis, che introducono il ds Giuntoli sul ring delle trattative, scandite da contratti e milioni, neanche fossero cosa da niente.

Apriamo la rubrica di calciomercato analizzando, in primis, i nomi più caldi del momento, che infiammano e spaccano la piazza partenopea, in attesa di fumate bianche.

Indubbiamente il nome più caldo è Andrè Gomes, 22 anni, centrocampista polivalente attualmente in forza al Valencia. Sarebbe un acquisto col botto, per la compagine partenopea, che si ritroverebbe in rosa un top player, capace di ricoprire tutti i ruoli lungo la spina dorsale del campo. Sarebbe indiscutibilmente un valore aggiunto, che permetterebbe a mister Sarri di far ruotare i suoi centrocampisti titolarissimi, senza sconvolgere minimamente le trame di gioco e senza intaccare l’alto tasso tecnico fin qui espresso dal trio Allan-Hamsik-Jorginho. La valutazione si aggira sui 20milioni. La trattativa è difficile, ma non impossibile.

Si parla anche di Christoph Kramer, centrocampista analogo a Gomes, tedesco, 24 anni, in forza al Bayer Leverkusen. Si parla benissimo di lui in patria, tanto che è già da tempo nel giro della nazionale, con cui si è laureato campione del mondo nel 2014. Il prezzo del cartellino è certamente più accessibile, si aggira sui 12 milioni di euro. Il Bayer sarebbe disposto a trattare con il Napoli. Sarebbe un acquisto importante anche in chiave futura vista la giovane età, l’esperienza in campo internazionale e il miglioramento esponenziale del suo rendimento negli ultimi anni.

Il più chiacchierato, al momento, assieme a Gomes e Kramer, è senza dubbio Nikola Maksimovic, difensore del Torino. 24 anni, ha avuto una crescita notevole in Italia, dove ha fatto vedere cose importanti proprio lo scorso anno con il Toro (appena battuto al San Paolo). Ventura lo fa giocare prevalentemente centrale, suo ruolo naturale, ma volentieri lo adatta come terzino destro. Sarebbe una pedina molto importante per mister Sarri, data la sua duttilità, il che gli permetterebbe di far ruotare senza problemi tre-quarti di difesa. Minutaggio, rendimento, duttilità, soluzioni. Già ad agosto Giuntoli provò a prenderlo, nonostante un infortunio lo teneva fermo ai box (è rientrato da poco), ma Cairo ha risposto picche. La richiesta è di circa 25 milioni di euro, ma le ultimissime indiscrezioni parlano di un accordo vicino, ma sui 15 milioni.

Nella prossima rubrica analizzeremo gli altri nomi caldi di questa sessione di calciomercato, appena cominciata. In un campionato così equilibrato, i milioni e i giocatori giusti potrebbero fare la differenza tra vincere e perdere, tra gloria e rimpianto.