Qualiano, Sgariglia della Multiservizi: “Più collaborazione dai commercianti”

Qualiano, Sgariglia della Multiservizi: “Più collaborazione dai commercianti”

L’Amministratore Unico della società incaricata per la differenziata  facendo il punto della situazione dopo l’entrata in vigore dell’ordinanza sindacale


QUALIANO – “Sono certo che le cose andranno meglio ad ogni giorno che passa. Il bilancio del primo giorno dell’entrata in vigore dell’ordinanza sindacale, non ha portato i risultati che ci aspettavamo, ma sono certo che con la collaborazione di tutti andremo a regime in poco tempo. Chiedo solo maggiore collaborazione ai signori esercenti di Qualiano, che sono certo, comprendono pienamente i sacrifici, che tutti fanno, per raggiungere i risultati nel settore dell’ambiente e dell’igiene Urbana. Chiedo anche che vengano rispettati gli orari del deposito di carta e cartoni, che vanno messi  fuori ai propri esercizi commerciali alle ore 11.00 di tutti i giorni tranne il sabato e la domenica. Non in orari diversi, perché altrimenti vengono “prelevati” da qualcuno non autorizzato, come è accaduto in altre occasioni”. E’ l’appello di Nicola Sgariglia, Amministratore Unico della “Multiservizi Qualiano”, che a seguito dell’ordinanza sindacale, che obbliga gli esercenti a differenziare nei propri punti commerciali, dal 20 Gennaio, provvede al ritiro quotidiano di carta e cartoni, che i negozianti posizionano fuori ai propri punti vendita.

Va ricordato che vanno differenziati anche tutti  gli altri rifiuti, secondo il calendario in vigore, che prevede i depositi sempre tra le ore 21.00 e le ore  24.00. Gli inottemperanti rischiano oltre alla sanzione prevista per legge, anche la chiusura dell’attività per 7 giorni nel caso di doppia violazione nell’arco di sei mesi,  e di 15 giorni se le violazioni sono tre,  nell’arco di un anno a partire dalla prima sanzione.
“Mi auguro che non si arrivi a queste conseguenze drastiche.- auspica il sindaco De Luca, che ha la delega all’Ambiente- Occorre, però,  capire che tutti noi siamo tenuti a differenziare gli scarti sia in casa che nelle attività commerciali. E’ dovere di ogni cittadino preoccuparsi di che ricaduta ha sull’ambiente il proprio comportamento. Io sono fiducioso, sono certo che i negozianti di Qualiano, in poco tempo si metteranno in regola”.

COMUNICATO STAMPA