Camorra: spari contro la finestra di un pregiudicato

Camorra: spari contro la finestra di un pregiudicato

Nuovo episodio di violenza legato alla criminalità organizzata. L’uomo coinvolto avrebbe un ruolo nella gestione delle piazze di spaccio dell’hinterland


CASALNUOVO – Non accenna a finire la scia di violenza che nelle ultime settimane sta imperversando per le strade di Napoli e provincia. L’ultimo episodio ieri sera a Casalnuovo. Intorno alle ore 21.30 sono spati esplosi alcuni colpi d’arma da fuoco contro una finestra di un appartamento del Parco Bernadette su corso Umberto I, una delle strade principali del paese. Si tratta della casa di Antonio Barone, 43 anni, detto “l’elettrauto”, che a dispetto del suo soprannome ha una lunga lista di precedenti penali e sarebbe vicino al clan Veneruso.

Un’intimidazione in piena regola dunque. In particolare, secondo i Carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna che stanno indagando sul caso, questo episodio rientrerebbe in una più ampia faida per il controllo delle piazze di spaccio dell’hinterland. Inoltre Barone sarebbe da tempo nel mirino di sicari dei clan rivali: il 10 dicembre scorso Giuseppe Ilardi, un pregiudicato amico di Barone, fu freddato mentre si trovava alla guida della Smart di quest’ultimo. Un dettaglio che lascia pensare che in realtà fosse proprio Barone l’obbiettivo dell’agguato.