Circolo Pd ‘occupato’, Svolta a Sinistra: “Caos nato da scelte senza logica”

Circolo Pd ‘occupato’, Svolta a Sinistra: “Caos nato da scelte senza logica”

I componenti del gruppo interno dei dem giuglianesi spiegano i motivi del gesto. “Momento drammatico per il partito. Ribadiamo richiesta di dimissioni per i vertici regionali e provinciali”


GIUGLIANO  – Il Gruppo Politico interno al Circolo Territoriale del PD di Giugliano,  SVOLTAASINISTRA,  ha occupato la sede cittadina del circolo.

L’iniziativa di protesta, tra l’altro, è volta a supportare e rafforzare il documento redatto dalla “commissione per il tesseramento” con cui si chiede a norma dello statuto nazionale del PD, la validazione del tesseramento e l’indizione del congresso.

Inoltre, con “l’occupazione”, si stigmatizza il comportamento della Segreteria Regionale per l’incapacità politica dimostrata sulla vicenda, palesata, anche,  attraverso la richiesta di “tutoraggio“ allorché è stata demandata ai vertici nazionali la decisione sull’applicazione delle regole statutarie.

Per quanto suddetto, ribadiamo:

“Partendo dall’annullamento delle primarie democraticamente svolte nel 2015 e arbitrariamente annullate dalla segreteria regionale, la medesima “segreteria” che ha fatto si che questo Partito che sembra essere diventato onnivoro, onnicomprensivo, a tratti ottusamente onnisciente, vive in Campania, a Napoli ed a Giugliano un momento drammatico. La Prima Città non capoluogo (GIUGLIANO) ha tollerato l’intollerabile.

Oggi, nuovamente il caos. Caos figlio di scelte prese a monte, e che superano ogni logica politica. Che travalicano ruoli e sensibilità senza alcun appiglio ideologico.

Ultimo atto di questo fragoroso tonfo in cui sono incorse Segreteria Regionale e Metropolitana per palese inadeguatezza personale e profonda incapacità politica, è la vicenda tesseramento”.

Pertanto, diciamo BASTA ribadendo le ragioni di elementare buon senso che ci portano, ancora una volta, a chiedere le immediate dimissioni dei vertici Regionali e Metropolitani per  incapacità politica nella gestione del Partito.

Tale richiesta è figlia, ancora una volta della PALESE INADEGUATEZZA dei soggetti a cui ci si riferisce, e della LEGGEREZZA con cui si affrontano i problemi di una realtà come quella Giuglianese che conta quasi centomila elettori.

(comunicato stampa)