Furto in gioielleria, bottino di 250mila euro: coinvolti 4 giuglianesi. Il VIDEO del raid

Furto in gioielleria, bottino di 250mila euro: coinvolti 4 giuglianesi. Il VIDEO del raid

I malviventi, con il volto coperto dal passamontagna, immortalati dalle telecamere mentre scardinano la saracinesca del negozio e rubano orologi Rolex, Cartier e di altri marchi di lusso


CUNEO  Avevano messo a segno il colpo della vita riuscendo a portar via da una gioielleria di Cuneo orologi di lusso per un valore di 250mila euro. Il furto, compiuto da una banda di almeno 4 persone è avvenuto lo scorso 7 ottobre. I malviventi, tutti con il volto coperto dal passamontagna, erano stati immortalati dalle telecamere di sorveglianza dell’esercizio commerciale che li aveva ripresi mentre scardinavano la saracinesca del negozio e con l’utilizzo di levachiodi (c.d. piedi di porco), riuscivano a entrare nella gioielleria, rubare gli orologi (Rolex, Cartier e di altri marchi di lusso) per poi riporli in un contenitore, di quelli comunemente utilizzati per la raccolta dei rifiuti.

Tra gli autori del colpo rintracciati al termine di una complessa attività d’indagine dalla Polizia di Cuneo, è stato individuato ed arrestato un 33enne originario della ex Jugoslavia e residente a Tivoli Terme, già noto alle forze dell’ordine. Insieme a lui è finito in manette anche un 37enne di Giugliano (Na), anche lui pluripregiudicato, mentre sono stati indagati un 43enne ed un 23enne, entrambi stranieri.

Inoltre, si delineava con precisione la presenza e il ruolo di altri soggetti, cittadini italiani residenti in Campania, impegnati nell’attività di ricettazione dei preziosi rubati. Questi i provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria di Cuneo:

Ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di:

• SULJEVIC AVDIJA, nato nella ex Jugoslavia nel 1982, residente in provincia di Roma, pluripregiudicato;

• GOROVIC SEJDOVIC MIRKO, trentasettenne, nato e residente in provincia di Napoli, pluripregiudicato

Inoltre, per lo stesso reato, venivano indagati in stato di libertà:

• S. R., quarantatreenne, cittadino straniero residente in provincia di Napoli, pluripregiudicato;

• A. B., ventitreenne, cittadino straniero residente in provincia di Napoli, pregiudicato.

Per il reato di ricettazione, invece, venivano indagati in stato di libertà:

• M. F., quarantaduenne, cittadino italiano, residente in provincia di Napoli, pregiudicato, broker assicurativo;

• P. P., quarantottenne, cittadino italiano, residente in provincia di Napoli, pregiudicato, broker assicurativo;

• F. A., sessantacinquenne, cittadino italiano, residente a Napoli, orafo in pensione.

Durante l’esecuzione delle misure cautelari e delle perquisizioni personali e domiciliari, i poliziotti della Squadra Mobile cuneese, preziosamente coadiuvati dai colleghi della Squadra Mobile di Napoli e dei Commissariati di Tivoli, Giugliano-Villaricca e Pozzuoli, hanno rinvenuto e sequestrato circa trenta orologi di marca pregiata, denaro contante, personal computer, telefoni cellulari e l’autovettura usata dai ladri per commettere il furto nella gioielleria di Cuneo.

IL VIDEO DEL FURTO 

 

  • Tutti i dettagli dell’operazione DAYTONA che ha portato all’arresto della banda CLICCA QUI