Giugliano, domani torna il consiglio. Rom e incompatibilità all’ordine del giorno

Giugliano, domani torna il consiglio. Rom e incompatibilità all’ordine del giorno

Si preannuncia un duro confronto tra maggioranza e opposizione. Clima teso sulla questione dell’eco-villaggio


GIUGLIANO – Torna la politica a Giugliano. Domani in aula consiliare maggioranza e opposizione si confronteranno su due temi caldi che da giorni tengono banco nel dibattito cittadino: eco-villaggio rom e questione incompatibilità di 13 amministratori (10 consiglieri, sindaco e l’assessore Carla Rimoli).

Il secondo punto all’ordine del giorno, slittato già in precedenza, doveva essere affrontato nel consiglio monotematico indetto il 3 febbraio, ma il consiglio fu rinviato per mancanza del numero legale. L’episodio portò dietro di sé una scia di polemiche per lo zelo con cui il presidente del consiglio invalidò la seduta: pochi minuti di ritardo di alcuni consiglieri d’opposizione non furono tollerati e l’assise saltò.

Più problematica la questione dell’eco-villaggio, la cui costruzione è stata decisa dal protocollo firmato pochi giorni fa in Prefettura, a Napoli, dal sindaco Antonio Poziello, dal ministro Angelino Alfano e dal governatore campano Vincenzo De Luca. Le opposizioni annunciano battaglia e il confronto sulla realizzazione della struttura sarà serrato.