Operazione della GdF, sequestrato uno zoo con più di 100 animali in provincia di Napoli

Operazione della GdF, sequestrato uno zoo con più di 100 animali in provincia di Napoli

A insospettire i finanzieri l’anomalo flusso di ragazzi e scolaresche che si recavano sul posto. Sequestrata anche un’area attrezzata per adulti con ristorante, piscina e area relax


OLYMPUS DIGITAL CAMERA

NAPOLI – Nel quadro della costante attività di prevenzione e repressione dei comportamenti illeciti a tutela dei cittadini, del territorio e dell’ambiente, i finanzieri del comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, congiuntamente a personale del corpo forestale dello stato del comando provinciale di Napoli hanno sequestrato un’area adibita clandestinamente a zoo, allestito con strutture e recinzioni realizzate abusivamente, all’interno della quale erano presenti oltre 100 animali tra cui lama, dromedari, cavalli,tartarughe e pesci.

A condurre i finanzieri ed i forestali sulle tracce dello zoo abusivo è stato l’anomalo flusso di ragazzi e scolaresche che si recavano verso un’area periferica del comune di Saviano (NA) interessati a vedere da vicino gli animali presenti, oggetto di attrazione sia per grandi che per bambini. Le attività di polizia giudiziaria si concludevano con il sequestro, oltre alla struttura adibita a zoo clandestino e priva dei requisiti di sicurezza, di un vero e proprio parco giochi destinato ad ospitare i più piccoli, attrezzato con ristorante, piscina e area relax per adulti, anch’esso privo di autorizzazioni sia fiscali che amministrative.

Tra gli animali rinvenuti e sottoposti a sequestro anche tre rare tartarughe protette le quali, per ragioni sanitarie, sono state trasferite presso un centro veterinario del corpo forestale dello stato per essere sottoposte a cure. L’attività di servizio svolta testimonia il costante presidio, esercitato dalla guardia di finanza e dal corpo forestale dello
stato sul territorio, a contrasto di tutti quei comportamenti in grado di minare la sicurezza dei cittadini.