Armando Cesaro: “Terme di Stabia alla deriva, inerzia della Regione inaccettabile”

Armando Cesaro: “Terme di Stabia alla deriva, inerzia della Regione inaccettabile”

Il capogruppo di Forza Italia: “Da un lato si dichiara agli oltre 100 lavoratori di dover salvare assolutamente i livelli occupazionali preesistenti, e dall’altro non si muove un dito”


NAPOLI – “Non si può dichiarare indispensabile la continuità delle attività delle Terme di Stabia, da sempre vanto e tradizione del termalismo campano, e lasciarle poi alla deriva. Le Terme sono un patrimonio straordinario che non appartiene soltanto al territorio ma all’intera Campania e non è accettabile che, di fronte all’inerzia di chi dovrebbe valorizzarle, la Regione non abbia già provveduto a convocare la Cabina di Regia”.

Lo afferma il presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio Regionale della Campania, Armando Cesaro, per il quale “è singolare e preoccupante che, da un lato si dichiari agli oltre 100 lavoratori di dover salvare assolutamente i livelli occupazionali preesistenti e, dall’altro, non si muova un dito”. Per Cesaro, “la convocazione della Cabina di Regia deve essere un imperativo categorico”. “Anche per valutare l’operato dell’Amministratore Unico della Società Terme di Stabia”, conclude il presidente del gruppo regionale di Forza Italia.

COMUNICATO STAMPA