Bimba uccisa da scuolabus: indagati mamma, sindaco, assessori e dirigenti del Comune

Bimba uccisa da scuolabus: indagati mamma, sindaco, assessori e dirigenti del Comune

L’accusa per tutti è omicidio colposo. Oggi 12 marzo l’ultimo saluto alla piccola Rosa. Proclamato il lutto cittadino


ZONA AVERSANA – La Procura della Repubblica di Napoli Nord ha iscritto nel registro degli indagati per l’investimento mortale ad opera di una scuolabus della bimba di tre anni Rosa Di Biase, avvenuto a Carinaro (Caserta) pochi giorni fa la madre della piccola, il sindaco del paese Marianna Dell’Aprovitola, tre assessori, due dirigenti comunali e la collaboratrice scolastica che era a bordo del bus; il reato contestato per tutti è concorso in omicidio colposo.

Gli otto nuovi indagati si vanno ad aggiungere all’autista del mezzo, un lsu del Comune, iscritto nel registro della Procura subito dopo il fatto; in particolare per gli amministratori la contestazione riguarda l’approvazione della delibera di proroga degli Lsu.

L’iscrizione è stata eseguita per permettere a tutte le parti interessate di assistere all’autopsia, che si è tenuta oggi. Un atto dovuto, dunque.

Oggi, 12 marzo alle ore 16, si terranno nella parrocchia di Sant’Eufemia i funerali della piccola. La giunta ha proclamato lutto cittadino; sugli edifici pubblici ci sarà bandiera a mezz’asta.