Cagnetta segregata in un bidone, salvata dalle guardie eco-zoofile Oipa

Cagnetta segregata in un bidone, salvata dalle guardie eco-zoofile Oipa

Lunghi mesi di prigionia tra feci ed urina, una pedana di legno le permetteva di mettere fuori solo la testa


GIUGLIANO – Le guardie eco-zoofile dell’Oipa, Organizzazione Internazione Protezione Animali, sezione Napoli e Provincia con sede a Giugliano in zona Lago Patria, hanno liberato una cagnetta rinchiusa in condizioni disumane. L’animale era infatti segregato in un bidone chiuso da una pedana di legno che non le permetteva di uscire, e pare che la prigionia sia durata per lunghi mesi.

L’operazione nell’hinterland a nord di Napoli, dove il cane era tenuto nello spazio angusto tra feci, urina ed una ciotola di acqua putrida. Dopo il salvataggio da parte dell’Oipa la giovane cagnetta verrà affidata a qualcuno che potrà prendersene cura.

Di seguito tutte le foto dell’operazione, fonte fanpage Facebook OIPA Napoli e Provincia

oipa 1

oipa 2

oipa 3

oipa 4

oipa 5

oipa 6

oipa 7

oipa 8

oipa 9