Donna picchiata e chiusa in casa per mesi, ora è libera. In manette il compagno 20enne

Donna picchiata e chiusa in casa per mesi, ora è libera. In manette il compagno 20enne

La ragazza ha 26 anni e finalmente questa mattina è riuscita a chiamare aiuto. Le violenze andavano avanti da diverso tempo, il compagno ora è stato accusato di sequestro di persona e maltrattamenti


NAPOLI – I carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli nel corso di un intervento operato d’urgenza dopo richiesta telefonica di aiuto al 112 da parte di una donna, hanno tratto in arresto per sequestro di persona e per maltrattamenti in famiglia un 20enne già noto alle forze dell’ordine originario di capoverde e adesso residente a Napoli.

Ieri sera i militari dell’arma si sono fiondati nella sua abitazione sul vico santa maria alla purità: avevano ricevuto una telefonata della convivente 26enne del giovane e la donna chiedeva aiuto perchè picchiata e poi chiusa in casa dal suo uomo, che dopo le botte se ne era uscito.

I militari hanno liberato la signora e l’hanno fatta sottoporre a cure mediche: ha riportato escoriazioni e contusioni guaribili in 10 giorni.
Il 20enne è poco dopo rientrato dai suoi giri, venendo bloccato e dichiarato in arresto.

Nel corso degli accertamenti conseguenti è emerso che analoghi maltrattamenti, finora mai denunciati, andavano avanti da tempo.
L’arrestato è stato tradotto nella casa circondariale di poggioreale.