Giugliano, c’era una volta il calcio: anche il campo Liternum nel totale abbandono

Giugliano, c’era una volta il calcio: anche il campo Liternum nel totale abbandono

La struttura di via Ripuaria fu creata alla fine degli anni ’90. Oggi la situazione è quella mostrata dalle foto: terreno incolto e spogliatoi distrutti


GIUGLIANO – Non solo il De Cristofaro. Le strutture sportive giuglianesi, salvo sporadici casi, versano nel più completo abbandono. Non fa eccezione lo stadio Liternum, campo da calcio creato in via Ripuaria sotto l’amministrazione Gerlini, poco meno di 20 anni fa, ed oggi terra di conquista per vandali e ladri, nonché discarica a cielo aperto per chiunque voglia sversarvi rifiuti.

Le foto sembrano raccontare il passaggio di un uragano tropicale, ed invece vanno a testimoniare semplicemente l’incuria ha reso il terreno di gioco un campo incolto, gli spogliatoi il simbolo del degrado. A Giugliano non ci sono campi di calcio, né squadre, in un rapporto causa-effetto che appare come il classico cane che si morde la coda.

Eppure il calcio è stato oggetto di svariate campagne elettorali, salvo poi lasciare i tifosi locali a bocca asciutta ogni volta. Tifosi che devono addirittura sobbarcarsi trasferte verso la lontana Sicilia per sostenere i gemellati del Gela, giusto per vedere un po’ di pallone. Il campo Liternum fu affidato anche all’Atletico Giugliano del presidente Sestile, ma il progetto non è andato avanti. Un vero peccato.

Scorri la Galleria
liternum 01 liternum 02 liternum 03 liternum 04 liternum 05 liternum 06 liternum 07 liternum 08 liternum 09 liternum 10 liternum 11 liternum 12 liternum 13 liternum 14 liternum 15 liternum 16 liternum 17 liternum 18 liternum 19 liternum 20
Le foto sono cortesia di Francesco Taglialatela Scafati