Giugliano, striscione ultras a Piazza Matteotti: “Meritiamo e pretendiamo una squadra”

Giugliano, striscione ultras a Piazza Matteotti: “Meritiamo e pretendiamo una squadra”

Il calcio in città manca dal 2014, quando gli scontri con il Volla spinsero il presidente Sestile a ritirare la squadra


giugliano vollaGIUGLIANO – Striscione esposto in piazza Matteotti a Giugliano da parte del gruppo ultra giuglianese dei Kumani. Giugliano è senza calcio da ormai due stagioni dopo i fatti violenti che costrinsero l’allora presidente Sestile a ritirare la squadra. Era il 23 marzo 2014 quando durante la gara contro la Virtus Volla, i tifosi del Giugliano misero in atto un’invasione di campo provocando una maxi-rissa in cui vennero assaliti dirigenti e calciatori avversari, provocando due feriti tra i giocatori del Volla e la definitiva sospensione della partita. Da quel giorno Giugliano non ha più una squadra di calcio.

L'amichevole disputata al De Cristofaro tra Giugliano e Napoli (Stagione 2000-2001)
L’amichevole disputata al De Cristofaro tra Giugliano e Napoli
(Stagione 2000-2001)

Negli ultimi tempi si sono susseguiti gli appelli da parte di ultras e semplici appassionati per il ritorno del calcio in città, il terzo comune campano per numero di abitanti non può non avere una squadra di calcio. Tuttavia prima di riorganizzare la struttura socetaria dei giallo-blu bisognerebbe rimettere in sesto il vecchio impianto di Giugliano.

Le attuali condizioni dello stadio.
Le attuali condizioni dello stadio.

Le condizioni dello stadio De Cristofaro sono indegne indegne e oggi una eventuale squadra di calcio giuglianese sarebbe costretta, come negli ultimi anni della sua esistenza, a vagare per i campi della provincia campana per disputare partite interne e gli allenamenti.

Lo striscione esposto oggi a Piazza Matteotti  ha ribadito  un concetto caro a molti giuglianesi: “Meritiamo e pretendiamo” una squadra e uno stadio.