“Giuseppe torna a casa”, la storia del bambino giuglianese a “Mattino 5”

“Giuseppe torna a casa”, la storia del bambino giuglianese a “Mattino 5”

Il padre è intervenuto stamani nel corso della trasmissione di Canale 5. “Hanno fatto un provvedimento-beffa”


GIUGLIANO – Il caso di Giuseppe Martinelli, bambino giuglianese di 5 anni, finisce anche sulle reti televisive nazionali. Stamani, infatti, il padre del piccolo è intervenuto nel corso della trasmissione “Mattino 5” su Canale 5. Giuseppe fu investito a Formia nel 2014 e da allora è in ospedale a Roma attaccato ai macchinari che lo aituano a respirare. Il padre è ritornato a Napoli per lavoro e la madre è anch’essa ricoverata per una gravidanza difficile. Nessuno per ora può garantire le dovute cure al piccolo in caso di ritorno a casa. (LEGGI) Dopo l’interessamento del presidente De Luca, l’Asl ha accolto solo parzialmente le richieste dei familiari.

Il genitore ha lanciato un accorato appello per far ritornare il bambino a Napoli. “Hanno fatto un provvedimento beffa – ha detto – hanno autorizzato l’assistenza a Giuseppe fino ad un mese dopo il parto. Mi rivolgo alle mamme alle donne, a chi ha il potere. Come si può pensare di fare la spending review sui bambini?”.

Intanto sul web in molti stanno condvidendo foto sui social con la scritta “Giuseppe torna a casa”, tra loro anche diversi vip come Elisabetta Gregoraci, Maria Mazza e Laura Torrisi oltre diversi rappresentati istituzionali come il sindaco di Parete Vitale. Sulla piattaforma Change.org, inoltre, è stata lanciata anche una raccolta firme.