La camorra non si ferma, fratello di un pentito ucciso nel letto

La camorra non si ferma, fratello di un pentito ucciso nel letto

L’agguato è avvenuto nella notte. L’uomo è stato ucciso con due colpi alla testa


NAPOLI – Ancora un omicidio di camorra. Un uomo è stato ucciso con due colpi di pistola alla testa nel suo letto, la scorsa notte, a Napoli: si tratta di Giovanni Sarno, 54 anni, fratello di Carmine Sarno, collaboratore di giustizia. Il fatto è avvenuto in un’abitazione di via Angelo Camillo de Meis, nella zona di Gianturco, a quanto pare poco dopo la mezzanotte.

Il corpo – riporta l’Ansa – è stato trovato da una nipote, intorno alle 4. I parenti sono stati avvertiti da un anonimo che ha citofonato nel cuore della notte. L’uomo aveva precedenti per associazione a delinquere, porto abusivo di armi, omicidio, rapina.

Sull’accaduto indaga la Squadra Mobile della Questura di Napoli.