Malasanità, San Paolo: infarto non segnalato in tempo, poi la morte

Malasanità, San Paolo: infarto non segnalato in tempo, poi la morte

La vicenda- come riportato da ilmattino.it- risale allo scorso novembre ma la denuncia è stata presentata nelle scorse ore alla Polizia, solo due giorni dopo l’acquisizione della cartella clinica e dopo una perizia


NAPOLI – Ancora un presunto caso di malasanità all’ospedale San Paolo di Napoli. Dopo la tragica vicenda di Francesca Napoletano, la donna di 42 anni di Bagnoli morta la mattina del 9 marzo al Monaldi, il presidio di Fuorigrotta- come riportato da ilmattino.it- torna protagonista di una denuncia per un decesso che potrebbe essere conseguenza di una errata diagnosi.

Saranno gli inquirenti a stabilire eventuali responsabilità: la vittima è Aldo Pietropaoli, 61enne di Cavalleggeri impiegato al Comune di Napoli.

La vicenda risale allo scorso novembre ma la denuncia è stata ora presentata alla Polizia solo due giorni dopo l’acquisizione della cartella clinica e dopo una perizia. Dagli atti emergerebbero chiari segni di un infarto in atto non tempestivamente segnalato sebbene ci siano stati due ricoveri al pronto soccorso, con valutazione di un’ernia iatale, avvenuti a distanza di 15 giorni l’uno dell’altro.

Fonte: ilmattino.it