Mugnano, al via il primo concorso letterario Moviarte

Mugnano, al via il primo concorso letterario Moviarte

Il sindaco Luigi Sarnataro: “Lo scopo dell’iniziativa è quello di promuovere e sostenere la cultura”. Presidenti di giuria gli scrittori Pino Imperatore ed Antonio Menna


MUGNANO – Scade il 31 marzo il termine per partecipare al  Premio Letterario dell’associazione Moviarte. Il concorso, gratuito, è rivolto agli studenti del terzo, quarto e quinto anno dei licei di tutta la provincia di Napoli. Le opere ammesse al concorso dovranno essere esclusivamente racconti brevi, scritti in prosa, originali e inediti. “Obiettivo del concorso è quello di dare voce ai giovani talenti del territorio – spiegano gli organizzatori – Il concorso è dedicato alla memoria di Lucio Armando Silvestri, amico di “Moviarte” e grande sostenitore della cultura come importante motore di crescita sociale. Ed è grazie al contributo degli amici e familiari di Lucio che abbiamo potuto realizzarlo. Fondamentale, poi, l’apporto degli scrittori Pino Imperatore e Antonio Menna che, con grande generosità, hanno accettato di presiedere il Premio a titolo gratuito. Ringraziamo anche l’Amministrazione cittadina, che ha dato all’iniziativa il Patrocinio Morale e visibilità”.

Le opere saranno infatti giudicate da una giuria d’eccezione, formata dagli scrittori Pino Imperatore e Antonio Menna. “Invito tutti i giovani a partecipare, avere in giuria scrittori del calibro di Pino e Antonio non capita tutti i giorni – dichiara l’assessore alla Cultura e Istruzione Mario Imbimbo – Chissà magari un giovane potrà seguire il loro esempio e, partendo dai nostri territori, divenire scrittore di fama nazionale. Un particolare ringraziamento va poi a Moviarte, vero motore culturale del nostro paese”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il sindaco Luigi Sarnataro: “Iniziative del genere servono a sviluppare la fantasia e la creatività dei ragazzi. Invito tutti gli studenti di Mugnano a partecipare e ringrazio l’associazione per il bel lavoro che ormai da cinque anni svolge sul territorio. Tutto ciò che promuove la cultura e l’arte va assolutamente sostenuto e promosso”.