Passa la legge: l’omicidio stradale è reato

Passa la legge: l’omicidio stradale è reato

Con 149 voti favorevoli, 3 contrari e 15 astenuti, il Senato approva il provvedimento che consentirà, in caso di procurata morte, l’arresto e una condanna fino a 12 anni di carcere


ROMA – La notizia era nell’aria da tempo ma adesso è ufficiale. L’omicidio stradale è reato. La legge è passata, infatti, con 149 voti favorevoli, 3 contrari e 15 astenuti. Tre saranno le diverse varianti del reato. L’ipotesi base prevede da 2 a 7 anni di reclusione, ossia quando la morte è stata causata  da violazioni del codice della strada. La sanzione pecuniaria prevista, però, sale notevolmente in caso di guida in grave stato di ebbrezza (cioè 1,5 grammi di tasso alcolemico per litro) oppure se nel caso in cui il guidatore sia sotto effetto di droghe. In entrambi i casi si rischia, da oggi, la condanna da 8 a 12 anni di carcere. Leggermente inferiore la pena (8-10 anni) per chi è sorpreso a guidare con un tasso alcolemico superiore a 0,8 grammi per litro oppure si sia reso responsabile di pericolosissime violazioni del codice stradale, quali ad esempio la guida contromano oppure sorpassi ed inversioni molto azzardate.

Più severe anche le pene per chi provocherà lesioni stradali: i colpevoli di questo reato rischieranno infatti da 3 a 5 anni di reclusione per lesioni ritenute gravi e da 4 a 7 per quelle ritenute gravissime. Se comunque l’autore di questo reato ha bevuto (per una bassa soglia, ovvero 0,8 g/l) o l’incidente è causato da manovre pericolose scatta la reclusione da un anno e 6 mesi a 3 anni per lesioni gravi e da 2 a 4 anni per quelle gravissime. Nel caso in cui il conducente dovesse fuggire dopo l’incidente, scatterebbe la pena di almeno 5 anni per l’omicidio e  di almeno 3 anni per le lesioni.

Costituiranno aggravanti  l’aver causato la morte o lesioni di più persone o, ancora, la guida senza patente o senza assicurazione.  In caso di condanna o patteggiamento (anche con la condizionale) per omicidio o lesioni stradali viene automaticamente revocata la patente. Solo dopo 15 anni, in caso di omicidio, o 5, in caso di lesioni, si potrà ottenere una nuova patente. E’previsto, infine, l’arresto obbligatorio in flagranza nei casi più gravi (pesante stato di ebbrezza o assunzione di droga), facoltativo negli altri casi.