Provincia di Napoli, parla il Prefetto: “27 comuni sotto osservazione”

Provincia di Napoli, parla il Prefetto: “27 comuni sotto osservazione”

Oggi Gerarda Pantalone ha presentato il suo rapporto alla commissione antimafia: “Quello che preoccupa di più è la rigenerazione dei vecchi politici collusi”


NAPOLI – “Sono 27 i comuni della provincia di Napoli sotto osservazione, ma il fenomeno più preoccupante è quello di continuità, una rigenerazione degli amministratori locali. Abbiamo notato che a distanza di anni, anche di quindici e vent’anni troviamo gli stessi amministratori in carica rispetto a quando il Comune era stato sciolto per infiltrazioni. Li troviamo in carica sotto altre vesti, magari in una lista civica o in un altro partito, ma sono sempre presenti”.

Con queste parole il prefetto di Napoli Gerarda Pantalone ha illustrato la preoccupante condizione di salute dei comuni napoletani di fronte alla commissione antimafia. “Per moltissimi amministratori locali – continua il Prefetto – abbiamo accertato, da parte delle forze dell’ordine, della magistratura o anche con sentenze, contatti diretti o indiretti con la criminalità organizzata”.

Queste dichiarazioni cadono proprio in un periodo di grande fermento in alcuni comuni napoletani. Ultimo in ordine di tempo è quello di Marano, dove nei giorni scorsi si è insediata la commissione di accesso agli atti per verificare la trasparenza di alcune operazioni, al fine di decretare l’eventuale scioglimento della giunta Liccardo.

Nella zona flegrea, dopo il famoso caso di Quarto con protagonista il sindaco pentastellato Rosa Capuozzo, rischia il comune di Pozzuoli. Già qualche mese fa i carabinieri sono entrati in possesso di alcune carte per verificare la pulizia di alcuni appalti. In quell’occasione due funzionari comunali furono anche iscritti nel registro degli indagati per turbativa d’asta aggravata dal metodo mafioso.