Psicosi meningite, accertato un altro caso a Napoli

Psicosi meningite, accertato un altro caso a Napoli

Colpita una trentenne, ricoverata al Cotugno


NAPOLI –Ancora un caso di meningite, la vittima questa volta è una trentenne di Napoli del quartiere Arenaccia. La giovane donna, dopo aver avvertito forti mal di testa e rigidità nucale, è stata ricoverata ieri d’urgenza al nosocomio di Via Pignasecca e poi trasportata al Cotugno, ospedale specializzato in malattie infettive. Ora si trova nel reparto di rianimazione, insieme all’altra giovane donna di Sant’Anastasia che è in pericolo di vita. Migliori invece le condizioni del sessantunenne ricoverato giovedì scorso al Policlinico.

L’esame radiologico, a cui è stata sottoposta la 30enne, ha registrato una forte sofferenza del cervello, ma grazie ad un intervento immediato con farmaci specifici sembra essere fuori pericolo. Di fatti la meningite non ha esito letale, come ha dichiarato Francesco Emilio Borrelli componente della Commissione Sanità, se diagnosticata tempestivamente possono esserci buoni casi di guarigione.

Nel frattempo tutti i componenti delle Asl Campania si stanno impegnando per maggiori controlli negli ospedali con tecniche tempestive. Per evitare che la malattia si propaghi verranno istituite campagne di vaccinazioni, soprattutto per i bambini.