Rapina ad Insigne, caccia a due pregiudicati. Il colpo in meno di un minuto

Rapina ad Insigne, caccia a due pregiudicati. Il colpo in meno di un minuto

Il raid all’attaccante del Napoli messo a segno da una banda di specialisti


NAPOLI – Una banda di specialisti, professionisti di rapine che fruttano quasi sempre un ottimo bottino, autori di colpi consumati con la tecnica del «touch and go», un mordi e fuggi istantaneo. Ecco il profilo criminale degli autori della rapina commessa sabato sera ai danni di Lorenzo Insigne a Chiaia, mentre era in auto in compagnia della moglie e di una coppia di amici.

Meno di un minuto per ripulire l’attaccante azzurro di Rolex, bracciali con diamanti e 800 euro in contanti.Su questo profilo si concentrano le indagini dei carabinieri della Compagnia di Bagnoli (nella cui competenza territoriale ricade anche tutta la zona che da Posillipo prosegue fino a viale Gramsci, teatro del raid.

Opera di professionisti, dunque, il che tende ad escludere di fatto l’aggressione commessa da giovani inesperti o, peggio ancora, da qualche balordo che se ne va in giro con la pistola giocattolo in tasca. E non è tutto: i due delinquenti che vengono ricercati oggi anche grazie ad alcune immagini dei sistemi di videosorveglianza stradale della zona che hanno registrato la fuga a bordo dello scooter (con targa presumibilmente contraffatta) operano con ogni probabilità abitualmente nell’area compresa tra piazza Sannazaro, gli chalet di Mergellina e il lungomare.

(fonte: Il Mattino.it)