Ruba un’auto, preso dopo un folle inseguimento. Giuglianese arrestato in Toscana

Ruba un’auto, preso dopo un folle inseguimento. Giuglianese arrestato in Toscana

L’uomo è stato inseguito prima dal proprietario della vettura e poi dai carabinieri. Dopo aver forzato un posto di blocco e una fuga di 10km a folle velocità, ha tentato di scappare a piedi ma è stato bloccato


TOSCANA – Prima è stato il proprietario dell’auto rubata a tentare di inseguirlo, poi è scattata la caccia all’uomo da parte delle pattuglie dei carabinieri. Alla fine il ladro si è dovuto arrendere, ma solo dopo una fuga durata una decina di chilometri a tutta velocità, fra Pistoia e Quarrata.

È stato poco prima delle dieci di ieri mattina che un abitante della frazione di Ponte alla Pergola ha chiamato il 112 perché aveva assistito in tempo reale dalla finestra di casa al furto della sua Citroen C4, parcheggiata lungo via Fiorentina. Non si è perso d’animo, ha preso un’altra auto in suo possesso e ha tentato di pedinare il ladro, ma dopo qualche centinaio di metri ha dovuto desistere perché la velocità del fuggitivo era eccessiva e pericolosa.

L’allarme ha fatto convergere varie pattuglie di carabinieri nella zona e quella dei militari di Agliana è riuscita ad intercettare il ladro, tentando di sbarrargli la strada sulla Fiorentina. Con una manovra azzardata, dopo avere ignorato l’alt, il fuggitivo è riuscito a eludere il blocco e a continuare la fuga in direzione di Quarrata. L’inseguimento si è protratto per una decina di chilometri, perché per tentare di seminare le pattuglie lo spericolato ladro ha lasciato la via Fiorentina e ha percorso varie viuzze nell’intrico dei vivai, concludendo la sua corsa nella zona industriale di via Bologna, a Quarrata.

Qui, non si è dato per vinto e abbandonata l’auto ha tentato la fuga a piedi per i campi, che si è protratta per quasi un chilometro prima di essere raggiunto dai militari di Agliana. I carabinieri lo hanno bloccato, ne è nata una breve colluttazione, nel corso della quale nessuno ha riportato ferite.

L’uomo, D.P., 36 anni di Giugliano e con vari precedenti di polizia a suo carico, dopo la formalizzazione dell’arresto è stato condotto nel carcere di Prato dove rimarrà in attesa della direttissima di domani mattina in tribunale.