Spacciatore di Giugliano e stalker di Sant’Antimo, due arresti messi a segno dai carabinieri

Spacciatore di Giugliano e stalker di Sant’Antimo, due arresti messi a segno dai carabinieri

Il pusher 42enne è stato fermato dagli uomini in borghese della locale compagnia, mentre a porre fine agli atti persecutori ai danni di una donna di 27 anni sono stati quelli della tenenza di Melito


GIUGLIANO – L’aliquota operativa della compagnia dei carabinieri di Giugliano ha arrestato il 42enne Massimo Giunto, del luogo, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Giunto è stato sorpreso e fermato da uomini in borghese, durante la perquisizione a casa sua sono stati ritrovati e sequestrati 24 dosi di cocaina ed un bilancino di precisione. Il materiale era in camera da letto, nascosto in un armadio tra gli indumenti.  Il 42enne, dopo le formalità dell’arresto, è stato tradotto al carcere di Poggioreale.

I carabinieri della tenenza di Melito hanno arrestato il 55enne F.P. di Sant’Antimo, già noto alle forze dell’ordine, mentre stava aggredendo e minacciando una 27enne con la quale aveva stretto un rapporto di amicizia. L’arrestato, in passato, era stato già segnalato per atti persecutori. I militari hanno raccolto tutti gli elementi possibili per ricostruire la condotta dell’uomo, documentando pedinamenti, appostamenti, controlli, molestie telefoniche e altro ancora con cui aveva reso la vita impossibile alla malcapitata. Ora il santantimese è in attesa del rito direttissimo.