17enne partorisce a letto in casa: “non sapevo di essere incinta”

17enne partorisce a letto in casa: “non sapevo di essere incinta”

Il parto è avvenuto quasi nel sonno, la giovane ha sentito un dolore improvviso mentre dormiva e ha assecondato l’impulso istintivo di spingere.


SAN FELICE A CANCELLO – Una storia veramente singolare, quella che ha visto protagonisti una giovanissima ragazza di San Felice a Cancello e la sua famiglia. La notizia, ormai, è di dominio pubblico: una 17enne di San Felice a Cancello, lo scorso venerdì notte, ha partorito una bambina nella sua cameretta. Non solo: nessuno della sua famiglia era al corrente della sua gravidanza.

Per nove mesi la ragazza ha tenuto nascosto il pancione che cresceva. O forse non è così. Ciò che la ragazza ha dichiarato, nei minuti immediatamente successivi all’arrivo in ospedale, è che non lo sapeva nemmeno lei. La giovane ha raccontato di non essersi resa conto di essere incinta, ma di essere convinta che il gonfiore della pancia dipendesse dai problemi di costipazione di cui aveva sempre sofferto. In realtà, al momento del parto, i sanitari dell’ospedale di Caserta hanno riscontrato che il ventre della 17enne, tra l’altro di costituzione molto esile, era prominente quanto quello di una normale donna gravida. Ne consegue che è veramente difficile che la ragazza non avesse realizzato di essere in attesa di un bambino.

Il parto è avvenuto quasi nel sonno. Stando sempre al suo racconto, la giovane ha sentito un dolore improvviso mentre dormiva e ha assecondato l’impulso istintivo di spingere. Ha chiamato la sorella gemella, che dormiva nel letto a fianco, la quale, sconvolta, ha chiamato a sua volta i genitori nell’altra stanza. La testa della bambina (che pesa quasi 4 chili ed è nato senza complicazioni) si vedeva già. E’ passata un’ora prima che, nel caos generale, venissero chiamati i soccorsi.

L’arrivo in Pronto Soccorso è stato accompagnato da una grande agitazione. La giovane è sembrata dapprima molto lucida, poi si è chiusa nel silenzio, in evidente stato di shock.