Altra strage di camorra a Napoli, due morti e tre feriti a due passi dai bambini

Altra strage di camorra a Napoli, due morti e tre feriti a due passi dai bambini

Attacco al gruppo dei Vastarella con pistole e mitragliette, altissima tensione all’ospedale dove è deceduta una delle vittime


NAPOLI – Ancora spari, ancora morti lasciati a terra, stavolta davanti agli occhi dei bambini presenti nei pressi del circolo dell’associazione Maria Santissima dell’Arco in via Fontanelle, nel rione napoletano della Sanità. A cadere sotto i colpi dei sicari, in quello che ha tutti i crismi dell’agguato di camorra, il pregiudicato Giuseppe Vastarella, 42 anni, dell’omonimo gruppo operante nella Sanità sul mercato della droga ed in quello delle estorsioni. A perdere la vita, con lui, anche Salvatore Vigna, di un anno più giovane.

Il pesante bilancio, oltre ai due morti, conta anche tre feriti gravi: si tratta di altri due Vastarella, il 33enne Dario ed il 25enne Antonio, e di Alessandro Ciotola 22 anni. A fare fuoco, secondo la ricostruzione della Polizia che è accorsa sul posto, sei persone – presumibilmente giovani – a volto coperto, che armati di pistole e mitragliette hanno fatto fuoco all’impazzata. Non è ancora chiaro se i colpiti fossero tutti nel mirino dei killer, o se ci sono state anche vittime collaterali.

I feriti sono stati trasportati d’urgenza al Cardarelli ed al Pellegrini. Proprio qui è arrivato anche Giuseppe Vastarella, deceduto poco dopo: presso l’ospedale sono accorsi numerosi parenti ed amici e si è creata una situazione di altissima tensione, che solo un massiccio intervento da parte delle forze dell’ordine è riuscito a sedare.

(FOTO: Il Mattino.it)