Cardarelli a luci rosse: sospesi 5 dipendenti

Cardarelli a luci rosse: sospesi 5 dipendenti

Utilizzavano una stanza dell’ospedale per riposarsi o per ricevere la visita di donne durante l’orario di lavoro


NAPOLI – Utilizzavano una saletta dell’ospedale per riposarsi o avere incontri con misteriose signore. Con questa accusa 5 dipendenti della Romeo, la ditta che gestisce il personale di servizio dell’Ospedale Cardarelli, sono stati sospesi e rischiano il licenziamento.

Le accuse sono arrivate direttamente dalla direzione dell’ospedale che ha segnalato alcune irregolarità alla ditta, che allora ha aperto il provvedimento contro i suoi dipendenti. Ad inchiodare i dipendenti ci sarebbero alcuni filmati delle telecamere di sicurezza: invece di pulire i reparti dell’ospedale, utilizzavano una stanzetta del Cardarelli per riposarsi su degli appositi letti, cosa che infastidisce ancora di più vista la penuria di posti letto per gli ammalati costretti ad essere curati nei corridoi. Uno dei sospettati addirittura sarebbe stato colpo dalle telecamere mentre si scambia effusioni con una donna, incontri ripetuti della durata di circa 1 ora.

Il Cardarelli già prima di Natale era finito al centro della bufera per un’inchiesta della Polizia che aveva smascherato 11 furbetti del cartellino, che dopo pedinamenti, indagini e verifica delle immagini erano stati tutti denunciati a piede libero.