Coniugi uccisi e gettati in una cava a Varcaturo: un video incastra il killer

Coniugi uccisi e gettati in una cava a Varcaturo: un video incastra il killer

I fotogrammi del sistema di sorveglianza del comune di Giugliano hanno immortalato l’assassino che segue l’auto delle vittime. Il delitto risale ad un anno fa: il 28enne di Pianura li uccise per non deludere la fidanzata


GIUGLIANO – Durante la seconda udienza dinanzi alla corte d’appello, un video incastra Antonio Riano, il 28enne fioraio di Pianura che è accusato del duplice omocidio di due coniugi di Melito, Luigi Simeone e Immacolata Assisi, i cui corpi furono gettati nella cava Monticelli di Varcaturo.

Lo scorso aprile i corpi di due coniugi furono trovati gettati in una cava della fascia costiera, vicino al luogo del delitto venne rinvenuto il taxi di proprietà di una delle vittime (Leggi qui).

Dopo diverse indagini gli indizi portarono all’accusa del 28enne di Pianura, che avrebbe ucciso la coppia a seguito di un diverbio riguardante la compravendita dell’appartamento delle vittime: aveva promesso alla sua futura sposa che avrebbe comprato quella casa, ma la trattativa era andata in fumo e lui non voleva deludere la fidanzata (Leggi qui).

Oggi in tribunale forse la prova definitiva: il sistema di sorveglianza del comune di Giugliano ha catturato alcuni fotogrammi in cui si vede l’uomo che segue il taxi delle vittime. Poco dopo l’ora del decesso l’auto del killer  ripercorre la strada in senso inverso ad alta velocità.