Contrasto alla prostituzione, ad Acerra più controlli. Il Movimento Fare: “Ora tolleranza zero”

Contrasto alla prostituzione, ad Acerra più controlli. Il Movimento Fare: “Ora tolleranza zero”

“Proporremo un pacchetto di proposte per aumentare la sicurezza del territorio”


ACERRA – Esprimiamo soddisfazione per l’ordinanza del Sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, tesa a contrastare il fenomeno della prostituzione attraverso l’inasprimento dei controlli e delle sanzioni: un intervento doveroso e di netto contrasto al sistema criminale di sfruttamento degli esseri umani.

E’ quanto dichiara in una nota il segretario cittadino del Movimento Fare, Avv. Giovanni Di Nardo, nel commentare l’ordinanza sindacale emessa ieri.  Bene il provvedimento di contrasto alla prostituzione anche secondo Antonio Laudando, consigliere comunale del movimento e componente le commissioni di Vigilanza e Politiche Sociali del Comune di Acerra che annuncia a nome del gruppo consiliare un pacchetto di proposte per la “tolleranza zero”.

“Sottoporremo all’Assessore Paolella e al Sindaco Lettieri – continua Laudando – un pacchetto di proposte basato sull’applicazione particolarmente intransigente delle norme di pubblica sicurezza, ispirato alla politica di “Tolleranza Zero” che ha avuto successo in città e metropoli ben più difficili di Acerra. Pensiamo ad esempio a misure che mettano in sicurezza la movida acerrana, così da rendere serena l’esperienza di una passeggiata per le strade della nostra città, soprattutto nelle ore serali, con interventi di pattugliamento e controllo tesi a evitare gli spiacevoli incidenti che troppo spesso coinvolgono i nostri giovani centauri. Attenzione particolare sarà data anche ai fenomeni vandalici, l’accattonaggio e i piccoli furti. Una città sicura – conclude il consigliere comunale – è una città in cui prospera il commercio, migliora la vivibilità e in cui la Comunità si riappropria dei propri spazi.