Febbre da cavallo: scommesse clandestine all’ippodromo di Agnano

Febbre da cavallo: scommesse clandestine all’ippodromo di Agnano

Scoperta una rete di puntate parallele. Denunciati 5 allibratori e 3 clienti


SONY DSC

NAPOLI – Un giro di scommesse illegali che aveva ragion di essere nella possibilità di ottenere vincite maggiori rispetto alle scommesse regolari (il tutto ovviamente in astratto e fidando su fortuna e loschi personaggi) è stato scoperto e bloccato dai Carabinieri della Stazione di Bagnoli nel corso di servizi predisposti nei pressi dell’ippodromo di Agnano.

I militari hanno portato alla luce e bloccato il giro di scommesse clandestine, denunciando in stato di libertà 5 persone (organizzatori e gestori delle scommesse illegali) e altri 3 soggetti (partecipanti alle puntate).
Le indagini, insieme e in contemporanea a servizi di osservazione, hanno dimostrato l’esistenza di un sistema di scommesse illegali parallelo a quello consentito, dotato di proprie “quote”, diverse e completamente autonome, superiori, rispetto a quelli legali.

Sistema che era finora gestito dai 5 soggetti denunciati.
Nella fase finale degli accertamenti sono stati identificati e denunciati 3 giocatori, che si erano rivolti al circuito di scommesse illegale sperando in vincite maggiori.
Proseguono accertamenti e indagini per fare piena luce sulla rete di scommesse “sommerse” e identificare eventuali altri allibratori e scommettitori.