Fragole, broccoli e gli altri alimenti killer: ecco la lista nera di Coldiretti

Fragole, broccoli e gli altri alimenti killer: ecco la lista nera di Coldiretti

L’incontro dei coltivatori si è tenuto oggi al Palabarbuto di Napoli. A preoccupare maggiormente sono i prodotti importati da Cina, Marocco ed Egitto


NAPOLI – Fragole, broccoli, salvia, tutti elementi naturali e salutari ma non quando sono importati. Dalla riunione della Coldiretti che si è svolta oggi al Palabarbuto di Napoli è emersa tutta una serie di prodotti stranieri che hanno invaso il mercato italiano e che contengono alti tassi di sostanze nocive per la nostra salute.

In vetta alla “black list” spiccano i broccoli importati dalla Cina, dove il 92% del campione è risultato inadeguato. Il gigante asiatico già l’anno scorso è stato il Paese più sanzionato dall’Unione Europea a causa della presenza di sostanze illegali nei cibi esportati in Europa. Seguono il prezzomolo del Vietnam e il basilico indiano.

Oltre alle verdure, preoccupa anche l’importazione di frutta africana: in particolare i melograni, le fragole e le arance provenienti dal’Egitto dove quasi un prodotto su tre risulta contaminato.

Quasi tutti questi Paesi utilizzano coloranti, pesticidi e sostanze chimiche che sarebbero vietate in Europa, ma il paradosso sta proprio in questo: nell’ultimo anno l’UE ha chiuso una serie di accordi economici per l’importazioni di prodotti alimentari con molti presenti nella lista nera presentata dai coltivatori.