Fragole insanguinate, accoltellato dal cugino ad Afragola per i prezzi troppo bassi

Fragole insanguinate, accoltellato dal cugino ad Afragola per i prezzi troppo bassi

Luigi De Rosa è stato trasportato prima a Frattamaggiore poi al san Giovanni Bosco di Napoli, la prognosi resta riservata. Il parente Luigi Pane è a Poggioreale


AFRAGOLA – Troppo basso il prezzo di quelle fragole, 3 euro contro i 5 che proponeva lui nello stesso mercato, ed allora Luigi Pane l’ha fatta pagare cara a suo cugino, Luigi De Rosa, accoltellandolo. L’assurda vendetta si è consumata ad Afragola, in via Ugo Foscolo, all’esterno di un centro scommesse.

Pane, 21 anni, e De Rosa, 37, si facevano concorrenza a distanza di pochi metri in un mercatino rionale a Roma. La grande differenza di prezzo – quasi il 50% in meno – aveva fatto pendere la bilancia delle vendite tutta dal lato di De Rosa, ed ha fatto scoppiare la lite tra i due cugini, proprio nei pressi di quel centro scommesse che è abituale ritrovo nel fine settimana di tutti i fruttivendoli di Afragola. Prima parole grosse, poi le mani. Luigi Pane si allontana, va a casa a prendere un grosso coltello e, tornato sul posto, trafigge il parente due volte all’addome.

Il ferito è stato trasportato al San Giovanni di Dio a Frattamaggiore, poi da qui è stato trasferito al San Giovanni Bosco di Napoli, dove è stato sottoposto ad un lungo intervento chirurgico. Non sarebbe in pericolo di vita, ma i sanitari del nosocomio napoletano non hanno ancora sciolto la prognosi vista la delicata situazione. L’assalitore, invece, è stato arrestato dalla polizia di Afragola per tentato omicidio, ed ora attende il processo a Poggioreale. Si cerca ancora, intanto, l’arma del delitto.