Giugliano, prodotti invenduti ai bisognosi

Giugliano, prodotti invenduti ai bisognosi

L’iniziativa è stata adottata dal titolare del panifico “Il Forno”, in via Aniello Palumbo, per aiutare chi è in difficoltà. Lo stesso hanno fatto il Supermercato Briò, nella stessa zona, ed il Tea Bar di Sant’Antimo


GIUGLIANO –  Una mano ai bisognosi dal mondo del commercio. Nei giorni scorsi il proprietario del panificio “Il Forno” di via Aniello Palumbo a Giugliano ha deciso di lasciare fuori alla struttura commerciale i prodotti di prima necessità che non sono stati venduti durante tutto l’ arco della giornata, tra cui pane, panini napoletani, pizze e quant’altro: la merce invenduta è posta al pubblico dopo l’ orario di chiusura, ore 20.00, in un apposito contenitore. È stata presa questa decisione perché, come ha dichiarato il proprietario del panificio “A causa della crisi molte persone non sono in grado di comprare gli alimenti di cui hanno bisogno ed è un peccato buttare la merce invenduta; quindi preferisco lasciarla fuori al negozio”.

Inoltre è stato deciso che per tutti i giorni della settimana saranno dati cinque pasti gratuiti alle persone che si presenteranno per chiederli dalle ore 13.00 alle ore 13.30. Iniziative simili sono state prese dal proprietario del Tea Bar in Corso Europa a San’Antimo, che lascia fuori alla struttura commerciale gli alimenti che non sono stati venduti in giornata e dai titolari del Supermercato Briò, la famiglia Sciorio, sempre in via Aniello Palumbo a Giugliano, i quali, dopo l’ orario di chiusura della loro attività, lasciano fuori dalla stessa pane, latte e altri prodotti invenduti e prossimi alla scadenza, mettendoli a disposizione di chi vive un momento di difficoltà economica e non ha soldi per comprarli.