Incubo sulla superstrada: automobilisti vittime della truffa del sasso

Incubo sulla superstrada: automobilisti vittime della truffa del sasso

Un vecchio trucco che da qualche tempo vede decine di automobilisti ignari vittime di alcuni malintezionati


ASSE MEDIANO – Incubo per molti automobilisti, da alcuni mesi lungo la superstrada che percorre il tratto da Caserta fino ad Aversa, una banda inganna gli automobilisti con la cosiddetta “la truffa del sasso”. Un vecchio trucco che da qualche tempo vede decine di automobilisti ignari vittime di alcuni malintezionati.

La truffa che assomiglia molto a quella dello “specchietto” ha modalità e dinamica molto simili. Queste le modalità: il balordo che si trova a bordo della sua auto rallenta e fa cenno a chi si trova dietro di superarlo. Mentre l’automobilista effettua il sorpasso ecco che il truffatore scaglia un sasso contro l’auto in modo da provocare un rumore forte tanto da simulare un contatto tra le auto.

A questo punto il malintenzionato si lancia all’inseguimento dell’automobilista e lo fa fermare, riferendogli che a causa le due vetture si sono urtate. Per provare questa tesi, il truffatore mostra un graffio sulla carrozzeria della sua autovettura ma che in realtà si era procurato in precedenza da solo. Mostrando il danno ricevuto, il truffatore pretende così dall’autista una somma di denaro che provvederà poi al risarcimento dell’auto. Solitamente questa trappola non funziona, ma purtroppo a caderci spesso sono le persone anziane, che con questo tipo di truffa non riescono a difendersi.

Le forze dell’ordine avvertono di fare molta attenzione e di procedere con molta cautela, e di avvertire direttamente le autorità nel caso dovessero trovarsi in una situazione analoga.