La mamma di Emanuele: “Voglio il diritto a curare mio figlio”

La mamma di Emanuele: “Voglio il diritto a curare mio figlio”

“Ci hanno lasciati da soli a combattere contro un mostro chiamato autismo. Mi vergogno di essere campana”


FRATTAMAGGIORE – L’appello è di quelli disperati, a postarlo sui social network è Antonietta, la giovane mamma di Emanuele, 6 anni, affetto da autismo. Il piccolo non è stato curato correttamente nelle prime fasi della malattia, quando con la terapia ABA (Applied Behavioral Analysis, cioè analisi comportamentale applicata) si sarebbe potuto affrontare la patologia limitandone i danni. Così non è stato, ed ora Antonietta, provata e sfiduciata, non riesce più a far fronte economicamente alle cure. Da qui il video messaggio, con l’invito alla massima diffusione che noi raccogliamo. Chiede di avere il diritto a poter curare suo figlio contro quella malattia che lei chiama “mostro”. Ora attende lunghissime liste d’attesa presso vari centri, e confessa: “Mi vergogno di essere campana”.