Le fiabe del Basile trionfano ai David, sette statuette per Il Racconto dei Racconti

Le fiabe del Basile trionfano ai David, sette statuette per Il Racconto dei Racconti

Matteo Garrone vince il premio come miglior regista. La melitese Antonia Truppo miglior attrice non protagonista


ROMA – Il cinema italiano celebra le fiabe del Basile, portate sul grande schermo dal grande lavoro della squadra diretta da Matteo Garrone, vincitore del David di Donatello come miglior regista. Il racconto dei racconti, tratto dalla (quasi) omonima opera dell’illustre giuglianese, ha portato a casa altri sei premi tecnici, dimostrandosi così il miglior film nostrano dal punto di vista dell’immagine.

Gli altri David sono infatti andati a Peter Suschitzky come miglior direttore della fotografia, a Dimitri Capuani e Alessia Anfuso come migliori scenografi, a Massimo Cantini Parrini come miglior costumista, a Gino Tamagnini, Valter Casotto, Luigi d’Andrea e Leonardo Cruciano come migliori truccatori, a Francesco Pegoretti come miglior acconciatore ed alla Makinarium come migliori effetti digitali.

Antonia Truppo, miglior attrice non protagonista
Antonia Truppo, miglior attrice non protagonista

Se Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese ha vinto nella categoria miglior film e migliore sceneggiatura, Il Racconto dei Racconti è stata la pellicola più premiata nella serata di ieri, pari merito con Lo chiamavano Jeeg Robot, che ha però conquistato più statuette con i suoi attori:  premiati infatti i due protagonisti, Claudio Santamaria ed Ilenia Pastorelli, e i due non protagonisti, Luca Marinelli e la melitese Antonia Truppo.