Lesioni nel corso di liti, un arresto e due deferiti nel casertano

Lesioni nel corso di liti, un arresto e due deferiti nel casertano

Feriti ricoverati ad Aversa e Caserta


CASERTA E PROVINCIA – Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Caserta, guidati dal Tenente Fabrizio Borghini, in Castel Morrone (CE), area Palamaggiò, hanno rintracciato e deferito, in stato di libertà, un quarantunenne e un ventitreenne di Caserta, ritenuti responsabili di lesioni aggravate nei confronti di un quarantaduenne di Caserta.  Nella circostanza, alle precedenti ore 18:00, su segnalazione giunta al servizio di pronto intervento “112”, i Carabinieri sono intervenuti nei pressi di Piazza Pitesti in Caserta dove a seguito di una lite per cause in corso di accertamento, la vittima era stata colpita alla testa con il calcio di un revolver impugnato da uno dei deferiti. I due, dopo l’aggressione, si sono allontanati esplodendo due colpi d’arma da fuoco in aria.

Il ferito, visitato presso l’ospedale civile di Caserta è stato giudicato affetto da “ferita lacero-contusa alla regione frontale e temporo-parietale”.

Al momento non è ancora stata recuperata l’arma utilizzata dai deferiti. Indagini in corso da parte dei Carabinieri della Compagnia di Caserta agli ordini del Capitano Andrea dell’Olio.

In un altro paese del casertano, Casal di Principe, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia locale, hanno proceduto all’arresto, in flagranza di reato per evasione, di Aurelio Oliva, 29enne del luogo, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per i reati di maltrattamenti in famiglia e rapina. I militari dell’Arma sono intervenuti presso l’abitazione di un sessantenne, aggredito dall’arrestato nel corso di una discussione avvenuta per futili motivi. La vittima è stata colpita alla testa con un bastone in legno. I carabinieri hanno subito rintracciato in strada Aurelio Oliva e, dopo un breve inseguimento lo hanno bloccato presso la sua abitazione. L’aggredito, trasportato presso l’ospedale Moscati di Aversa è stato riscontrato affetto da “trauma con ematoma frontale sinistro e occipitale con ecchimosi escoriate”. Il bastone utilizzato durante l’aggressione è stato rinvenuto all’interno dell’autovettura in uso all’arrestato e sottoposto a sequestro. L’uomo è stato altresì deferito per i reati di lesioni aggravate e minaccia. Successivamente è stato accompagnato presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.