Melito, Carpentieri risponde a Mottola: “Abbia il coraggio di ricorrere al TAR”

Melito, Carpentieri risponde a Mottola: “Abbia il coraggio di ricorrere al TAR”

Il sindaco replica al consigliere di minoranza: “Chieda scusa e per il futuro stia più attento al contenuto degli atti”


MELITO – Venanzio Carpentieri risponde a Luciano Mottola dopo il caso sollevato nella giornata di ieri (LEGGI)“Le dichiarazioni rilasciate dal consigliere Mottola a margine della seduta consiliare del 31 marzo sono inaccettabili nella forma e, ciò che più conta, infondate nella sostanza” – precisa il primo cittadino, proseguendo: “Del tutto censurabile è, in particolare, l’accusa rivolta alla Segretaria generale, che, contrariamente a quanto asserito dal consigliere Mottola, ha garantito la perfetta osservanza della legge in relazione alla delibera di convalida dell’elezione del neo-consigliere Corrado.

“Un’ulteriore conferma – se mai ce ne fosse stato bisogno – dell’elevata professionalità della d.ssa De Cocco. Se proprio Mottola vuol parlare di negligenza, deve rivolgere a se stesso la critica, considerato che il provvedimento in questione conteneva espliciti riferimenti a pareri del Consiglio di Stato e del Ministero dell’Interno riferiti alla medesima fattispecie esaminata nella seduta consiliare.”

“Mottola, dunque, chieda scusa e per il futuro stia più attento al contenuto degli atti che, come consigliere, dovrebbe conoscere e comprendere fino in fondo. Se, invece, è convinto delle proprie ragioni, abbia il coraggio di ricorrere al TAR: sono sicuro del fatto che, come accaduto svariate volte in passato al centrodestra melitese, ciò non accadrà oppure l’iniziativa si rivelerà priva di effetti pratici sui provvedimenti adottati dall’Amministrazione.”