Piu Europa, bocciata la commissione d’indagine: tensione in aula

Piu Europa, bocciata la commissione d’indagine: tensione in aula

Dure le parole dell’ex consigliere Ascione: “Collusi, porterò tutte le carte alla Procura”


GIUGLIANO – Non passa la proposta della minoranza sulla formazione di una commissione consiliare sui lavori del Piu Europa. La mozione, presentata dall’opposizione e discussa al primo punto all’ordine del giorno, si poneva l’obiettivo di vigilare sulle modalità con cui sono stati svolti dalla ditta appaltatrice dei lavori del Piu Europa in città.

La commissione sarebbe stata formata da 7 consiglieri comunali, più due tecnici, proposta quest’ultima bocciata dalla segretaria comunale che ha ricordato come delle commissioni possano far parte unicamente i consiglieri comunali. La minoranza ha presentato uno speciale dossier, in cui vengono descritte tutte le incongruenze dei lavori finanziati con fondi europei. Tra queste spiccano alcune difformità tra i lavori e il capitolato d’appalto, tanto che i consiglieri di centrodestra ipotizzano un danno erariale non indifferente.

La maggioranza, dal canto suo, è convinta che un lavoro del genere debba essere lasciata ai tecnici. Il sindaco Poziello ha ricordato come la ditta sia già stata multata per 568 mila euro, ovvero circa il 6 per cento dell’intero capitolato di spesa che ammonta a 25 milioni di euro. La maggioranza non ha quindi approvato la mozione, votata da soli 10 consiglieri di opposizione. Dopo la votazione non sono mancati i momenti di tensione. L’ex consigliere Pasquale Ascione, che ha partecipato alla stesura del dossier sui lavori Piu Europa, ha accusato la maggioranza di collusione: “Avete rubato 1 milione di euro – ha gridato – Porterò tutte le carte alla Procura della Repubblica. Siete dei collusi!”. Ascione è stato poi allontanato dall’aula.