Rapina in gioielleria a Marano, i carabinieri salvano i ladri dal linciaggio

Rapina in gioielleria a Marano, i carabinieri salvano i ladri dal linciaggio

I due, giovanissimi, hanno colpito il proprietario con il calcio della pistola ed esploso alcuni colpi


MARANO – Colpo fallito alla gioielleria Abbatiello di corso Mediterraneo a Marano, dove oggi due rapinatori sono entrati pistola in pugno per portare via soldi e preziosi. La coppia di giovanissimi, però, non aveva messo in conto la reazione del proprietario, colpito alla testa con il calcio della pistola, e soprattutto quella della folla che è accorsa dopo aver sentito esplodere un colpo di pistola. Al precipitare della situazione i due – giunti in moto con un complice, poi dileguatosi – hanno cercato la via di fuga, ma sono stati sopraffatti dai cittadini che hanno cominciato a strattonarli e picchiarli.

L’arrivo dei carabinieri della tenenza di Marano, accorsi presso la gioielleria subito dopo l’allarme, è stato provvidenziale per i due rapinatori, dell’età di circa 18 anni. Sono infatti stati proprio gli uomini dell’arma a sottrarli alla rabbia dei presenti, arrestandoli e caricandoli in macchina. La pistola usata si è rivelata a salve, il proprietario del negozio di corso Mediterraneo 21 ha riportato una ferita lacero contusa al capo. Ora si cerca il terzo uomo della banda.