Sequestro di alimenti, nei guai ristorante nel napoletano

Sequestro di alimenti, nei guai ristorante nel napoletano

E’accaduto a Quarto dove i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione, diretti dal Capitano Gennaro Tiano, hanno sottoposto a fermo amministrativo i depositi alimentari di 3 attività di ristorazione, a causa di gravi inosservanze igienico-sanitarie


QUARTO – Maxi sequestro di prodotti alimentari in un ristorante-pizzeria a Quarto. L’episodio è avvenuto nell’ambito dell’attività di controllo ad opera dei Carabinieri del Nas di Napoli. Il sequestro amministrativo dell’attività, a causa di di circa 450 kg di alimenti ritenuti privi di tracciabilità, è avvenuto nel corso delle ultime ore. I prodotti oggetto del provvedimento sono sia di natura vegetale che carnea ed ittica. Il ristorante era gestito dalla società “Il Rusticano”. Oltre al deposito alimentare di questa struttura, i cui alimenti sequestrati presentavano anche numerosi parassiti, sono state altre 3 le attività soggette a fermo amministrativo, nella zona, per un valore totale di 3 milioni di euro. Anche gli ambienti dove si trovavano gli alimenti sequestrati erano tutti privi dei requisiti igienico-sanitari necessari.