Servizio “pony express” di pezzi di auto rubate: scoperta centrale nel vesuviano

Servizio “pony express” di pezzi di auto rubate: scoperta centrale nel vesuviano

Scoperto un traffico di affari di pezzi di automobili rubate e smontate, nel deposito è stato ritrovato anche il furgone per le “consegne”


SONY DSC

SANT’ANASTASIA – I carabinieri “beccano” due ladri di auto in flagranza e proseguendo con doverosi accertamenti conseguenti all’arresto scoprono una centrale per lo smontaggio di mezzi rubati. Nella “centrale”, inoltre, viene rinvenuto un furgone (pulito).

Nel vano di carico – intriso di olio e grasso- ci sono i componenti di una utilitaria appena vivisezionata, pezzi di motore e di carrozzeria. Insomma un vero e proprio pony express per pezzi ricambi da auto rubate.

A operare gli arresti i carabinieri della stazione di Sant’Anastasia e dell’aliquota radiomobile di Castello di Cisterna che hanno assicurato alla giustizia Ciro Angelino, 55 anni, residente a Castello di Cisterna e già noto alle forze dell’ordine nonché Michele Criscuolo, 31enne, domiciliato a Napoli, incensurato, entrambi sorpresi su una panda rubata mentre percorrevano via capodivilla.

Subito dopo, in conseguenza della scoperta, perquisizioni all’interno di uno stabile limitrofo a quello di domicilio di entrambi e la scoperta di 4 veicoli di provenienza furtiva, vari arnesi da scasso e numerose componenti di autovetture già smontate (centraline, fari, paraurti e parafanghi, altre parti di carrozzeria).