Agguato Marano: vietati i funerali di Fabio e Giuseppe Esposito

Agguato Marano: vietati i funerali di Fabio e Giuseppe Esposito

Il divieto motivato per questioni di ordine pubblico. Restano in carcere mandanti ed esecutori della Strage della Sanità


MARANO – Per questioni di ordine pubblico sono stati vietati i funerali di Filippo (detto Fabio) e di Giuseppe Esposito, padre e figlio uccisi sabato mattina in un’officina di Marano. Vittime innocenti della faida di camorra che sta insanguinando le strade di Napoli e Provincia.

La loro unica colpa era quella di essere padre e fratello di Emanuele Esposito, il killer della Strage delle Fontanelle del 22 aprile nella quale persero la vita Giuseppe Vastarella e il cognato Salvatore Vigna.

Per quella strage, oltre ad Esposito che è considerato l’esecutore materiale, sono stati fermati i tre mandanti: Antonio Genidoni, Dora Spina e Enza Esposito. Per  tutti loro i giudici hanno confermato il fermo in carcere