Altro colpo al clan dei Casalesi: 64 indagati e 11 arresti nella fazione di Michele Zagaria

Altro colpo al clan dei Casalesi: 64 indagati e 11 arresti nella fazione di Michele Zagaria

Sono tutte accusate a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione e gioco d’azzardo


CASERTA –  Sei tra funzionari e impiegati di vari istituti di credito operanti nel Casertano indagati perché – secondo gli investigatori – avrebbero riciclato centinaia di migliaia di euro provenienti dalle attività illecite della cosca guidata dal boss Michele Zagaria: è il risvolto più rilevante dell’inchiesta della Dda di Napoli sull’ala più imprenditoriale del clan deiCasalesi, l’ultimo anello di una catena di indagini che negli ultimi mesi ha portato in carcere politici e amministratori, tutti al servizio, secondo gli inquirenti – come riportato da Edizioni Caserta – di Michele Zagaria e dei suoi fedelissimi.

L’indagine effettuata dai carabinieri del Ros, denominata Zenit, ha chiuso il cerchio indagando sui canali di riciclaggio usati dal clan di Zagaria, e scoprendo come gli addetti di alcune filiali di vari istituti bancari di comuni del Casertano fossero pronti ad aprire conti-correnti e linee di credito a persone riconducibili al clan, pur sapendo con chi stavano facendo affari; le società bancarie non risultano invece essere coinvolte.

I sei funzionari e impiegati indagati sono stati raggiunti questa mattina, con altre 10 persone, dall’avviso di conclusione indagine per reati di concorso esterno in associazione mafiosa, riciclaggio e intestazione fittizia di beni con l’aggravante mafiosa. Le ordinanze in carcere sono state invece emesse per i luogotenenti di Zagaria, quasi tutti già detenuti.

Tra gli affari controllati, la gestione in vari comuni del Casertano di centri scommesse e internet point, nonché dell’installazione in bar e locali delle slot machine, spesso modificate e prive di qualsiasi nulla osta e autorizzazione. I carabinieri guidati dal tenente colonnello Gianluca Piasentin hanno poi sequestrato beni mobili e immobili riconducibili agli indagati per 4 milioni di euro

TUTTI GLI INDAGATI

AURORA Bruno 1971 Casal di Principe
BALIVO Gaetano 1961 Trentola Ducenta
BAMUNDO Angelo 1962 San Marcellino
BARONE Michele 1974 Casapesenna
BASCO Oretese 1970 San Cipriano
BASILICO Angelo 1950 Poggio Renatico (FE)
BIANCO Carlo 1984 Casal di Principe
BRUNO Cristina 1958 Pozzuoli
BUONOCORE Mario 1978 Caserta
BUONOCORE Umberto 1976 Caserta
CAPONE Antonio 1961 Giugliano
CASSANDRA Luigi 1971 Trentola Ducenta
CATALANO Giuseppe 1984 Frignano
CATERINO Massimiliano 1969 San Cipriano d’Aversa
CAVALLO Biagio 1976 Casapesenna
CECERE Alessandro 1985 Santa Maria Capua Vetere
CICCARELLI Ulderico 1976 San Cipriano d’Aversa
CONTE Vincenzo 1983 Villa di Briano
COPPOLA Gaetano 1948 Aversa
COSTARELLA Maurizio 1966 Piedimonte Matese
DE LUCA Raffaele 1971 Casapesenna
DI PIETRO Gian Luca 1981 Pozzuoli
DIANA Clementina 1950 San Marcellino
DIANA Giuseppe 1986 Castelfranco Emilia
DIANA Luigi 1953 Trentola Ducenta
D’ANIELLO Michele 1977 Villaricca
D’ORIANO Veronica 1986 Pozzuoli
FALLETI Carmelo 1962 Santa Maria del Cedro (CS)
FONTANA Arturo 1982 Casapesenna
FONTANA Fioravante 1967 San Marcellino
FONTANA Michele 1970 Casapesenna
FONTANA Michele 1971 Casapesenna
GAROFALO Giovanni 1973 San Marcellino
GAROFALO Giuseppe 1972 Casapesenna
GAROFALO Raffaele 1946 San Marcellino
GAROFALO Vincenzo 1979 San Marcellino
GIGANTE Concetta 1978 Pozzuoli
GIORDANO LUCIO 1968 Teverola
GRANATA Giuseppe 1983 Giugliano
IAVARAZZO Mario 1975 Casal di Principe
IORIO Giuseppe 1937 Santa Maria Capua Vetere
IORIO Stefano 1973 Santa Maria Capua Vetere
IZZO Chiara 1965 Pozzuoli
LA VOLPE Domenico 1978 Villa di Briano
LETTERA Carmine 1970 Orta di Atella
LICARI Baldassarre 1972 Trentola Ducenta
MEANI Adriano 1952 San Nicola la Strada
NAPOLETANO Raffaele 1977 Casapesenna
NATALE Paolo 1981 Macerata Campania
NUZZO Tommaso 1963 Casagiove
PACINI Monica 1966 Caserta
PAGANO Pasquale 1978 San Cipriano d’Aversa
PELLEGRINO Attilio 1969 Villa di Briano
PERNA Francesco 1975 Santa Maria Capua Vetere
PICONE Vincenzo 1968 Trentola Ducenta
PROTETTORE Giuseppe 1969 Santa Maria Capua Vetere
SANTORO Giuseppe 1961 Aversa
TIROZZI Tommaso 1978 Frignano
VICIGRADO Giovanni 1969 Casapesenna
VITTORIO Nicola 1983 Villa di Briano
ZAGARIA Attilia 1978 San Marcellino
ZAGARIA Michele 1958 Casapesenna
ZARA ARMANDO 1970 Casapesenna

ECCO I NOMI DEGLI UNDICI ARRESTATI

1. BAMUNDO Angelo nato a San Marcellino 1.10.1962

2. BIANCO Carlo nato a Villaricca (NA) il 25.04.1984
DETENUTO (S. Maria C.V.)

3. CICCARELLI Ulderico nato a San Cipriano d’Aversa 5.06.1976
DETENUTO (Secondigliano)
4. FONTANA Michele nato a San Cipriano d’Aversa 23.11.1970
DETENUTO (L’Aquila)

5. FONTANA Michele nato a San Cipriano d’Aversa 14.05.1971
DETENUTO (Melfi)

6. GAROFALO Giovanni, nato ad Aversa (CE) il 9.12.1973
DETENUTO (Milano Opera)
7. GAROFALO Giuseppe, nato a San Cipriano d’Aversa (CE) il 14.03.1972
DETENUTO (Lecce)

8. NATALE Paolo nato a Santa Maria C.V. 20.11.1981
residente a Cancello ed Arnone (CE)
9. PERNA Francesco nato a Caserta 11.01.1975
DETENUTO (Melfi)
10. TIROZZI Tommaso, nato ad Aversa l’ 11.08.1978
DETENUTO (S. Maria C.V.)
11. ZARA Armando nato a San Cipriano d’Aversa 13.04.1970
residente a Casapesenna (CE)
ARRESTI DOMICILIARI