Angelo Liccardo saluta Marano: “Ho i volti impressi nella mia mente e non li dimenticherò mai”

Angelo Liccardo saluta Marano: “Ho i volti impressi nella mia mente e non li dimenticherò mai”

Il primo cittadino non ha ritirato le dimissioni. Da domani non è più sindaco: “Dopo 3 anni di lotte e battaglie continue, oggi lascio il Comune perché, non avendo i numeri, non sono tipo da restare attaccato alla poltrona”

@Armando Di Nardo

MARANO – Oggi era il termine ultimo per il ritiro delle dimissioni da sindaco, ma Angelo Liccardo ha continuato per la sua strada, come aveva più volta annunciato, e da domani non sarà più il primo cittadino di Marano. La città non avrà più un sindaco e all’amministrazione si insedierà un commissario prefettizio che guiderà Marano fino alla prossima tornata elettorale utile. Questo l’ultimo messaggio di Angelo Liccardo da sindaco di Marano:

Oggi è stato il mio ultimo giorno in Comune da sindaco di Marano. E’ stata una esperienza ricca di ostacoli da superare, ma anche di soddisfazioni. In questi 3 anni ho toccato con le mie mani le difficoltà di fare il sindaco ed ho assaporato con maggiore gusto la gioia dei risultati portati a casa. Oggi lascio il Comune, ma non Marano.

Ho lavorato fino all’ultimo giorno per la mia città e continuerò a farlo anche fuori da queste stanze. Sono dispiaciuto perché qualcuno non ha bene inteso, fin dal primo giorno, che il mandato conferitici dagli elettori non comprendeva i piccoli orticelli dei singoli. Per questo, dopo 3 anni di lotte e battaglie continue, oggi lascio il Comune perché, non avendo i numeri, non sono tipo da restare attaccato alla poltrona.

Grazie a chi ci ha creduto. Grazie a chi mi ha sostenuto pur nelle difficoltà. Credo che il lavoro svolto abbia aiutato ad invertire una rotta disastrosa, che negli ultimi venti anni ha arrecato seri danni alla città. Con noi si è invertita la rotta ed ora il Comune non è più considerato una vacca da mungere. Chi verrà dopo di me, troverà un percorso sul quale continuare continuare ed una linea tracciata, nel perimetro dell’onestà e della legalità. Ho i volti di tutti impressi nella mia mente e non li dimenticherò mai.