Arrestato latitante di uno storico clan napoletano. Si nascondeva in una masseria

Arrestato latitante di uno storico clan napoletano. Si nascondeva in una masseria

Attimi di tensione nel momenti in cui è stato portato in caserma: decine di parenti e amici hanno tentato di rompere il corde delle forze dell’ordine


NAPOLI – Arresto il latitante Ciro Nappo, ultimo esponente del clan Gionta di Torre Annunziata. Si nascondeva in una masseria di Trecase, in provincia di Napoli. Icarabinieri del Nucleo investigativo del gruppo di Torre Annunziata, guidati dal maggiore Leonardo Acquaro, erano da tempo sulle sue tracce.

Nappo deve scontare una pena residua di 4 anni e 5 mesi. Catturarlo non è stato facile e fino all’ultimo ha tentato di sottrarsi all’arresto: alla vista dei militari dell’Arma ha tentato la fuga a piedi ma il fondo agricolo era circondato.

L’ultimo esponente della famiglia Gionta era già stato catturato nel 2009: si nascondeva nel doppio fondo della parete della cucina, nella sua casa a due passi dal famigerato palazzo Fienga, storica roccaforte del clan.

Attimi di tensione nel momento in cui Ciro Nappo è stato trasportato all’interno della caserma  da una colonna di dieci auto dei carabinieri. Ad attenderlo all’esterno della struttura c’erano decine di parenti e amici che hanno tentato di forzare il cordone delle forze dell’ordine.