Avevano adibito la loro casa a centrale della droga: arrestati due pregiudicati

Avevano adibito la loro casa a centrale della droga: arrestati due pregiudicati

Nell’abitazione di uno dei due pusher rinvenuta droga, denaro in contanti, tre telefoni cellulari e tutto quanto utilizzato per il confezionamento delle dosi


CASERTA – La Polizia di Stato di Caserta, nell’ambito dei servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha arrestato due pusher originari dell’ agro aversano, Salvatore MINICHINO, 48enne e Raffaele INDACO, 29enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Sequestrate 66 dosi di cocaina ed un sacchetto contenente circa 20 grammi della stessa sostanza.

Sequestrati anche tre telefoni cellulari, 2.355,00 euro ed un bilancino di precisione oltre al materiale utilizzato per confezionare le singole dosi. Nel pomeriggio di ieri Ad Orta di Atella (CE), gli uomini della Squadra Mobile, sulla base di riscontri investigativi, hanno arrestato i due pusher sorpresi nei pressi dell’ abitazione di Salvatore MINICHINO ove vi era un continuo via vai di giovani. Durante una perquisizione i poliziotti hanno rinvenuto le confezioni di droga e la somma di 2.355,00 euro suddivisa in banconote di vario taglio.

I pusher, entrambi con precedenti di polizia anche specifici, sono stati arrestati e posti a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria mentre la droga, il denaro, i tre telefoni cellulari e tutto quanto utilizzato per il confezionamento delle dosi sono stati sequestrati.